Anche internet inquina?

di Daniela L. 1

11.jpg

Passiamo ore a navigare su internet, troviamo praticamente tutto quello che ci interessa, abbiamo per lo più linee dedicate e con una cifra fissa al mese possiamo rimanere collegati ventiquattro ore su ventiquattro; una finestra sul mondo talmente ampia che ci sembra ormai essere completamente gratis.

Ma fermiamoci un attimo e proviamo a chiederci…ma quanto consuma internet? Siamo sicuri che sia veramente tutto gratis? Beh…sembra proprio di no.



Dai dati giunti da Istituti tedeschi, risulta, che per gestire il traffico on-line che è stato sviluppato nell’anno 2005, sono state impiegate 20 centrali elettriche da 1000 megawatt. Queste centrali in un anno emettono la stessa quantità di anidride carbonica di tutto il traffico aereo.

Per avere un’idea ancora più chiara prendiamo in esame lo studio dell’IEA, l’International energy agency, che ha stabilito che il minuto che passiamo davanti ad una pagina web, è pari ad un grammo di CO2 nell’atmosfera e questo vuol dire che all’incirca in un anno noi internauti, con il nostro utilizzo delle rete, portiamo un’emissione di 50 milioni di tonnellate di ossido di carbonio nella nostra atmosfera.

La maggioranza di noi, non sa di certo che l’ossido di carbonio prodotto da un semplice pc connesso a un server, è pari alla respirazione di una persona e mezzo.

Per far si che le persone prendano coscienza di questa inosuale forma di inquinamento, gli studiosi dell’EIA hanno recentemente lanciato il progetto CO2 Stats che consiste in un contatore posto sui siti web, che misura l’inquinamento prodotto dall’uso del sito stesso durante la navigazione.

Sembra che molti siti stiano aderendo all’installazione di questo contatore, che per atro, viste le sue ridotte dimensioni, non crea alcun problema alla grafica di un sito.

Si contano già 250 siti che hanno aderito al progetto, ma se pensiamo a quanto è ormai sviluppata la rete sicuramente questi numeri sono ancora molto bassi.

Un ulteriore motivo di incentivo, per l’installazione di questo contatore è nella possibilità da parte dei siti web di compensare le emissioni a effetto serra acquistando dei voucher che possono essere utilizzati per acquistare programmi che sviluppino energie rinnovabili.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>