Aumenteranno gli incendi boschivi: è tutta colpa del cambiamento climatico

di AnnaMaria 1

Lo studio internazionale pubblicato sulla rivista Nature Ecology and Evolution parla chiaro: il futuro dei nostri boschi è a rischio in quanto il cambiamento climatico farà aumentare il rischio di incendi boschivi estremi a livello mondiale, e gli effetti di questo incremento sarà più marcato in tutto il bacino europeo del Mediterraneo, dal Portogallo alla Turchia.

I ricercatori si sono basati su un database nel quale sono state registrate le intensità di 23 milioni di incendi avvenuti nel mondo tra il 2002 e il 2013. Di questi, gli scienziati hanno analizzato i 478 più gravi. Ne è emerso che il 96%, e quindi quasi tutti gli incendi, sono risultati associati a condizioni atmosferiche anomale, a condizioni meteorologiche fuori dalla norma come un particolare vento o la siccità.

> AMBIENTE IN FUMO, IN SPAGNA 50.000 ETTARI DEVASTATI DAGLI INCENDI

Da un punto di vista sociale ed economico, gli incendi più gravi si sono verificati in zone suburbane che si trovano in mezzo a foreste infiammabili, ad esempio negli Stati Uniti occidentali e nell’Australia sudorientale. Per quanto riguarda il Mediterraneo invece, l’incidenza degli incendi in aree climatiche analoghe è più bassa.

> CAMBIAMENTI CLIMATICI, A RISCHIO LE FORESTE DEL PIANETA

Secondo gli esperti il motivo potrebbe essere legato all’uso del territorio, che fa la differenza. Tuttavia nei prossimi decenni la situazione potrebbe cambiare a causa del cambiamento climatico. Secondo le proiezioni degli studiosi, nelle zone più a rischio ci potrebbe essere un aumento tra il 20 e il 50 per cento dei giorni favorevoli al verificarsi di incendi gravissimi, con un particolare incremento nel bacino de Mediterraneo. Il motivo, anche in questo caso saranno i cambiamenti climatici come l’aumento delle temperature e il calo dell’umidità in estate.

Commenti (1)

  1. It’s awesome for me to have a website, which
    is valuable designed for my knowledge. thanks admin

    My page … ig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>