Bici elettrica al posto dell’auto: i cinesi sembrano pensarla così

di Daniela L. 3

_biker.jpg

Nelle nostre città l’uso della bicicletta è sicuramente limitato dalla pericolosità delle strade e dalle scarse piste ciclabili. Qualche avventuriero che ha scelto il mezzo a due ruote totalmente non inquinante, si trova a dover affrontare il rischio di essere investito dalle auto che poco considerano i ciclisti e provando a salvarsi la pelle, usando magari anche i marciapiedi, si ritrova a sua volta a rischiare di rendere pericolosa la passeggiata ai pedoni.

Solo recentemente la bici a pedali è stata sostituita da qualche bicicletta elettrica, ma qui in Italia anche se alcuni la trovano sicuramente comoda perché meno faticosa, i più, continuano a preferire il vecchio veicolo a due ruote spinto dalla forza umana.

Questa idea della bicicletta elettrica sembra invece essere stata presa molto sul serio in Cina.



I cinesi hanno letteralmente scoperto questo nuovo mezzo. Nel solo 2006 sono state prodotte 19 milioni di bici elettriche.

Gli abitanti della Cina, trovano grossi vantaggi in questa bici che permette di andare più veloce, è meno faticosa e molto meno inquinante rispetto ad un’auto. Trovano questa due ruote talmente comoda che stanno praticamente sostituendo l’auto con questo tipo di bicicletta.

Sicuramente più ecologica delle automobili rimane però decisamente più inquinante della bici tradizionale infatti la bici elettrica è costituita da una batteria composta da ben dieci chili di metalli, fra i quali il piombo.

La durata media di una di queste batterie è di un anno ed una volta esaurita come tutte le altre batterie diventa un rifiuto speciale e come tale è necessario smaltirlo in modo particolare e con molta attenzione.

Quante volte abbiamo visto le batterie delle auto lasciate vicino ai cassonetti? Dove va a finire il piombo in esse contenuto?

Sicuramente la stessa Cina non è pronta a smaltire questa grossa quantità di batterie ed è facile prevedere che questa nuova moda cinese porterà presto il suo contributo nell’inquinamento globale.

Non dimentichiamoci che oltre allo smaltimento dell’accumulatore c’è anche la maggior produzione di energia elettrica per far funzionare il mezzo.

Commenti (3)

  1. Salve, ho appena avviato un forum che parla di bici elettriche e normative.
    Se volete saperne di più eccovi l’url:

    http://bicielettriche.forumattivo.com/forum.htm

  2. -Si è sempre detto che le pile sono inquinanti,
    ma dell’inquinamento delle batterie/”pile” delle ciclo elettriche non ne sento parlare assolutamente: chissà il perchè….? (domanda retorica….). Qui pero’ l’avete accennato 🙂 , aspetta e spera nei quotidiani….
    –Secondo me la bici elettrica NON è detto che sia più ecologica dell’auto:
    han “fatto i conti” quelli stanno in alto?
    così, mi riferisco anche all’auto elettrica :-(( , si modifica solo il tipo di inquinamento/energia necessaria per lo produzione, stoccaggio e smaltimento delle batterie?
    Oltre alle scorie nucleari ora ci saranno anche quelle delle batterie….esagero spero, però quando si ha a che fare con grandi numeri…..
    —PS: In una trasmissione alla tv, dissero che una batteria per cellulare è in grado di inquinare un terreno ampio quanto un campo da calcio….trovate riscontro? se così fosse una batteria da 10 kg. quanto terreno sarebbe in grado di inquinare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>