Bike sharing a Roma, anche sulle biciclette c’è l’inganno

di Marco Mancini Commenta

bike sharing roma ingannoL’Italia è un Paese strano, in cui un chilometro di autostrada costa il triplo che in Francia e dove un chilometro di metropolitana può costare anche 4-5 volte che altrove. Lo sappiamo che da noi costa tutto di più, ma finché si tratta di grandi cifre si sa come vanno queste cose. Ora però questo “strano fenomeno” si sposta anche sui piccoli numeri, quelli della bicicletta. Sì perché se finora le bici non interessavano a nessuno, se non ai normali cittadini, ora che si stanno espandendo cominciano a far gola anche ai piani alti. Guardate un po’ cosa è successo a Roma.

Nella Capitale il Comune ha inaugurato un sistema di bike sharing con 90 biciclette elettriche. Un avvenimento positivo, non c’è che dire. Meglio le bici che le auto, e se sono elettriche e, nella città dei colli, possono aiutare i cittadini nelle salite, tanto meglio. Tutto ok? Visto che siamo in Italia purtroppo no. Sono accaduti due fatti, uno legato all’ignoranza di chi ha fatto le regole, e l’altro alla cattiva abitudine che abbiamo noi italiani di pagare tutto di più.

A proposito del primo, parliamo di ignoranza perché molto probabilmente chi ha fatto il regolamento non ha mai utilizzato una e-bike, e forse non sale su una bicicletta da quando era bambino. Sì perché, almeno nella fase sperimentale (e speriamo solo in quella) le e-bike si potranno utilizzare soltanto a Villa Borghese e Villa Ada. Mentre sarebbero ottime per aiutare nelle salite sui colli, ce le fanno utilizzare soltanto al parco. A cosa servono poi ce lo dovranno spiegare.

Ma fa tremare ancor di più la storia dei costi. Al Comune infatti queste 90 e-bike sono costate 650 mila euro. Secondo i calcoli del Fatto Quotidiano sono le biciclette più costose del mondo. Una bici elettrica ad un cittadino comune normalmente costa un po’ meno di mille euro, ad Alemanno sono costate più di 7 mila euro l’una. Certo, ci sono i costi di gestione da calcolare, ma non c’è nessun’altra città al mondo che ha speso così tanto. A New York ogni e-bike è costata 3.150 euro, meno della metà di Roma. A Los Angeles poco più di 3 mila euro, a Parigi il Velib è costato 2700 euro a bici. Le conclusioni le lasciamo trarre a voi.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>