Le 10 città più bike friendly del mondo

di Marco Mancini Commenta

città più bike-friendlyOgni anno la compagnia di consulenza e comunicazione Copenhagenize si occupa di stilare la graduatoria delle città che fanno di più per avere un trasporto sostenibile. E per trasporto sostenibile si intende la bicicletta. L’organizzazione così stila la classifica delle città più bike-friendly del mondo e, ahimè, è inutile dire che l’Italia non è nemmeno contemplata. A dir la verità non risulta nemmeno tra le prime 20. Ma come fanno queste grandi metropoli a far convergere le esigenze degli spostamenti di una gran massa di persone con quelle della sicurezza stradale? Lo vediamo dopo il salto.

10 – Berlino (Germania). La Capitale tedesca è anche una delle città più bike-friendly. Rispetto all’ultimo aggiornamento del 2011 ha però perso 5 posizioni. Si calcola che circa il 13% del trasporto cittadino avvenga in bicicletta, con alcuni quartieri in cui si toccano picchi del 25%. Le infrastrutture cittadine invogliano le persone a salire sulle due ruote piuttosto che su quattro.

9 – Malmoe (Svezia). La città svedese entra in graduatoria per la prima volta, e ci entra grazie ad una fantastica comunicazione da parte delle autorità pubbliche che hanno speso 47 milioni di euro in totale in politiche pro-bicicletta negli ultimi 7 anni.

8 – Eindhoven (Olanda). Nella patria della bicicletta la seconda città più importante è anche nella nostra top 10. Anche lei è una new entry grazie al nuovo progetto del Floating Roundabout, in pratica una rotonda galleggiante dedicata solo alle biciclette. Gli incroci pericolosi infatti vengono letteralmente saltati dalle due ruote per li percorrono sulle teste degli automobilisti.

7 – Antwerp (Belgio). Altra nuova entrata, negli ultimi anni ha incrementato talmente tanto il livello di biciclette da raggiungere il 16% del traffico cittadino grazie a 100 km di infrastrutture dedicate e numerosi parcheggi solo per bici. Inoltre ha uno dei sistemi di bike-sharing migliori del mondo.

6 – Nantes (Francia). Ennesima new entry, deve la sua fama di città bike-friendly al piano voluto dall’amministrazione cittadina che durante il suo mandato 2009-2014 ha stanziato 40 milioni di euro per 400 km di infrastrutture per biciclette. Grazie a questa iniziativa la percentuale di biciclette in città è quasi triplicata rispetto al 2008. Inoltre è presente un ottimo sistema di bike-sharing tanto da essere stata nominata Green Capital of Europe per l’anno 2013.

5 – Bordeaux (Francia). Questa bellissima cittadina francese entra nella top 10 grazie al sistema di piste ciclabili più avanzato del mondo, per un totale di circa 200 km in città e 400 considerando la periferia. Inoltre i forti investimenti sulle biciclette e sul trasporto tramviario rendono le sue strade molto sicure.

4 – Siviglia (Spagna). È considerata come la fotografia della ciclabilità moderna. Dallo 0,5% di traffico cittadino con le biciclette del 2006 è arrivata al 7% di oggi. Questo grazie agli 80 km di pista ciclabile ed altre infrastrutture realizzati in circa un anno. Anche se i numeri sono inferiori alle altre città, l’eccezionalità sta nel fatto che questa trasformazione non ha impiegato degli anni ma appena uno, tanto da fare di Siviglia una città modello per molte altre.

3 – Utrecht (Olanda). La struttura cittadina aiuta anche gli abitanti di Utrecht a preferire la bicicletta alla macchina, tanto che le auto sono la minoranza.

2 – Copenhagen (Danimarca). Seconda per il secondo anno di fila, la capitale danese vanta un design cittadino realizzato intorno alle biciclette. L’obiettivo di questa città da mezzo milione di abitanti è di portare il traffico ciclabile al 50%, e per farlo l’amministrazione continua a riempire la città di ponti ciclabili e piste pedonali, in modo da limitare sempre di più la circolazione di auto. Sono presenti persino delle autostrade ciclabili, mai viste altrove.

1 – Amsterdam (Olanda). Sempre fissa al primo posto da anni, la capitale olandese è la meta ideale per chi si vuol spostare in bici. Dalla struttura cittadina alle infrastrutture, dai limiti di velocità a 30 km/h alle piste “creative”, difficilmente una città potrà essere considerata più bike-friendly di Amsterdam.

[Fonte: copenhagenize]

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>