CityCat: dall’India un veicolo ad aria compressa

di Paola P. 6

air-car-41.jpg

Novità interessanti dal mercato delle automobili new generation. Risale a poco tempo fa la notizia che il colosso Tata Motors prevede di iniziare a vendere un’automobile in India entro la fine di quest’anno. Niente di strano se non fosse che si tratta di un veicolo ad aria compressa. Il suo inventore è il francese Guy Negre, che ha ottenuto l’appoggio di Tata Motors (India) per la sua prossima CityCAT.
L’auto, a cinque posti, ha una struttura in fibra di vetro alimentata da aria compressa. Ha un peso di soli 350 kg e potrebbe costare l’equivalente di poco più di 5000 dollari. Il progetto è sostenuto dal gruppo indiano Tata che ha effettuato un ingente investimento per la realizzazione di questo autoveicolo.

Il serbatoio, può essere riempito con aria da un compressore in soli tre minuti, più rapidamente della maggior parte delle batterie elettriche. In alternativa, l’auto può essere collegata alla rete elettrica per 4 ore. Per i lunghi viaggi, CityCAT possiede un bruciatore a combustibile che serve a riscaldare l’aria, facendo in modo che questa si espanda e aumenti la pressione sui pistoni. Il bruciatore è fatto in modo tale da poter utilizzare tutti i tipi di combustibile liquido. I suoi ideatori dichiarano che il consumo di quest’auto non supererebbe l’equivalente di 0,50 L ogni 100 Km.

CityCAT raggiunge una velocità massima di 100 Km/h e riesce a fare 190 Km con un serbatoio pieno di aria compressa.
Entro la fine di quest’anno, secondo le stime di Tata, saranno prodotte 6000 auto ad aria compressa. Attualmente si sta lavorando per testarne la sicurezza, per valutare il rischio di esplosione del serbatoio. Il designer Guy Negre afferma che il rischio più grande è quello per le orecchie.

Il progetto di macchina ad aria compressa ideato da Negre sarà realizzato in 12 Paesi, tra cui la Germania, Israele ed il Sud Africa. Negre ha firmato già molti contratti. E’ un grande risultato, secondo le opinioni degli analisti, perchè finalmente un progetto fortemente innovativo per il campo delle automobili, ha l’appoggio di un colosso internazionale e di una realtà conosciuta sul mercato, quale è la Tata Motors. Basta dunque a tutte le buone idee rimaste irrealizzate e non finanziate, questa volta l’auto del nuovo millennio verrà realizzata in concreto.
Non ci resta che aspettare i primi risultati e sperare che altre multinazionali delle automobili si convincano a sperimentare veicoli sempre più economici e sempre più ecologici.

Commenti (6)

  1. Andate su YouTube e cercate “eolo car”, troverete il video della macchina ad aria compressa in funzione!

  2. grazie fabri 🙂

  3. I have fun with, result in I discovered just what I was having a look for.

    You’ve ended my 4 day long hunt! God Bless you man. Have a
    great day. Bye

    Here is my web blog :: ig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>