leonardo.it

Come riutilizzare il cartone delle uova

 
Paola P.
28 settembre 2011
3 commenti

R di ridurre… i rifiuti che finiscono in discarica o anche riciclati perché in entrambi i casi li avviamo verso un processo certamente più dispendioso di quello, a costo zero, che prevede il riutilizzo. Allungare la vita degli elementi di scarto che pullulano nelle nostre case è certamente un modo utile sia per risparmiare, aguzzando l’ingegno e scovando nuovi usi, sia per diminuire la mole di spazzatura prodotta dalle nostre attività quotidiane.
Pensiamo ai contenitori dei cibi, ad esempio. Il cestello che racchiude ricotta o mozzarelle può essere riutilizzato come recipiente, con il primo ho anche realizzato un cestino pasquale fatto in casa molto carino, senza necessità di acquistarlo. E dal contenitore di cartone delle uova, cosa possiamo ricavarne? Ecco qualche idea utile per riutilizzarlo.

Può diventare una pratica confezione di colori acquerello fatti in casa, usando coloranti naturali, quindi completamente atossici, similmente a come abbiamo fatto quando si trattava di colorare le uova. A volte nelle scuole primarie e materne si fanno lavoretti di bricolage utilizzando cartoni vuoti, informatevi  in quelle della vostra zona e se gli servono accumulateli e poi portateli lì.

In alternativa si possono usare anche a casa per lo stesso scopo, ovvero giocare con i bambini.
Possiamo usarli come contenitori per viti, bulloni, bottoni colorati e tutti quegli altri piccoli oggetti che vogliamo stiano separati per trovarli più in fretta all’occorrenza. Possiamo ritagliarli per ricavarne decorazioni. O ancora come materiale da imballaggio per spedire oggetti delicati di piccole dimensioni.

Sono ottimi per chi gioca a golf o ping pong per riporre le palline in ordine. Le confezioni in plastica sono utili per creare cubetti di ghiaccio. In alternativa, sono ottimi porta-uova sode quando usciamo per un pic-nic. Se comprate uova fresche potete portarvi dietro il vostro cartone vuoto così l’acquisto sarà ancora più pratico.

Ovviamente queste sono solo alcune idee per riutilizzare il cartone delle uova, se ne avete altre aggiungetele pure alla nostra lista in calce al post. Alla prossima!

[Fonte: Greenlivingtips]

Categorie: Riciclabile
Tags: , ,
Articoli Correlati
YARPP
Dove riciclare la carta delle uova di Pasqua

Dove riciclare la carta delle uova di Pasqua

Avete ricevuto delle uova di cioccolato a Pasqua, ed ora non sapete come sbarazzarvi della carta, vero? Niente paura, ci sono diversi metodi per farlo. Come abbiamo detto in un […]

Come riciclare la carta delle uova di Pasqua

Come riciclare la carta delle uova di Pasqua

Che Pasqua sarebbe senza l’uovo? Sia che abbiate dei bambini, sia che le abbiano regalate a voi, le uova di Pasqua hanno il difetto di essere incartate in una grandissima […]

Tartarughe marine, ambientalisti e volontari vegliano sulla schiusa delle uova in Calabria

Tartarughe marine, ambientalisti e volontari vegliano sulla schiusa delle uova in Calabria

Adottare una spiaggia in cui le uova delle tartarughe marine si stanno schiudendo e presidiarla per evitare fonti di disturbo, in un periodo delicato per la sopravvivenza e l’equilibrio riproduttivo […]

Uova di Pasqua colorate con ingredienti naturali

Uova di Pasqua colorate con ingredienti naturali

Come colorare le uova di Pasqua. Cari amici di Ecologiae, se vi state preparando alla Pasqua e vi chiedete come decorare casa rispettando l’ambiente, riciclando quello che avete in dispensa […]

Uova, come interpretare il codice di provenienza

Uova, come interpretare il codice di provenienza

Dopo l’allarme lanciato alcuni giorni fa sulle uova alla diossina provenienti dalla Germania, sono arrivate le rassicurazioni del governo italiano sulla qualità delle uova da allevamenti nostrani e anche sui […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1andrea

    io uso quelli di cartone per seminare tutto cio’ che mi viene in mente: li appoggio dentro un contenitore adeguato (per dargli una base piu’ solida) li riempo di terriccio e ci pianto i semi (limoni, mele, pere, arance, uva, fiori…. tutto quello che e’ seminabile!).
    Quando le piantine sono alte 8-10 cm, stacco le celle ad una ad una e le interro direttamente nei vasi col cartone (che tanto e’ biodegradabile) avendo l’accortezza di forarlo appena alla base per permettere alle radici di crescere senza fare troppa fatica.

    29 set 2011, 6:54 am Rispondi|Quota