Quanto costa l’energia? I costi noti e nascosti fonte per fonte

di Marco Mancini Commenta

costo energia costiQual è la fonte energetica più conveniente al mondo? Se lo sono chiesti alla Deutsche Welle, una tv tedesca che ha fatto il calcolo dei costi noti e nascosti per ogni fonte energetica. Questo quesito, che sembra aria fritta, in realtà è molto importante in prospettiva anche per i Governi per decidere su quale fonte energetica puntare. Spesso si pensa che il costo dell’energia derivi soltanto dal costo dell’impianto, da quello del combustibile e dalla distribuzione. Ovviamente non è così.

Oltre a questi costi che possiamo definire “noti”, ci sono anche quelli nascosti che derivano dalle tasse, dai sussidi, da costi speciali e, perché no, anche dai costi sanitari. Una centrale a carbone a lungo andare avvelenerà la popolazione che ci abita intorno, ed i costi per le cure mediche saranno sostenute dallo Stato. Quindi questo è un costo che dev’essere messo nel computo delle spese totali. Dunque come si posizionano le varie fonti energetiche?

Attualmente la forma energetica più costosa è quella del nucleare, in particolare dopo il disastro di Fukushima che ha mostrato quanti costi derivano da un malfunzionamento. Il costo stimato è di circa 0,20 euro per Kwh prodotto, ma questa è solo una media visto che in Germania si calcola sia molto inferiore, tra i 2 e i 3 centesimi, mentre in altre parti del mondo arriva a superare i 30 centesimi per kilowattora prodotto.

A sorpresa sembra che la seconda fonte più costosa sia l’energia solare. Il motivo è da ricercare nel costo dei materiali e soprattutto dal danno ambientale che i pannelli in silicio provocano al momento dello smaltimento a fine ciclo di vita. Il costo varia, ma mediamente stando alle tariffe europee, si aggira intorno agli 0,14 euro per ogni kw prodotto.

A seguire troviamo il carbone (0,9 €/Kwh) perché, come detto, ha delle ricadute sulla salute pazzesche, mentre tutte le altre sono più o meno pari, tra gli 8 e i 9 cent. La più conveniente invece sembra essere l’energia eolica che non ha conseguenze sull’ambiente e costi di produzione bassissimi, arrivando a costare meno di 7 centesimi per Kwh.

[Fonte: Treehugger]

Photo Credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>