Diga di Oroville a rischio crollo: evaquate 200mila persone

di AnnaMaria 1

La diga più alta degli Stati Uniti rischia di collassare. Le forti piogge degli ultimi giorni avrebbero infatti danneggiato il canale di scolo della diga di Oroville, una struttura alta 23o metri la cui eventuale rottura potrebbe causare un versamento anomalo e incontrollato di acqua nel lago di Oroville.

E’ per questo che quasi 200mila persone sono state evaquate dalle cittadine circostanti alla diga per cercare di tamponare il danno, colmare la crepa e abbassare il livello dell’acqua prima che nuove precipitazioni possano rendere la situazione ancora più difficile.

> LA DEFORESTAZIONE RADDOPPIA LE FRANE E GLI ALLUVIONI

Anche se durante la notte la minaccia di crollo è diminuita, da molte ore gli elicotteri continuano a lanciare grossi sacchi di pietre nella crepa che si è formata sul bordo della valvola di emergenza e il servizio metereologico nazionale, Nws, ha emesso una nuova allerta inondazione, anche perchè tra mercoledì  e giovedì sono previste altre piogge. Le città di Oroville, Palermo, Gridley, Thermalito, South Oroville, Oroville Dam, Oroville East e Wyandotte sono state completamente evacuate e il governatore californiano Jerry Brown ha dichiarato lo stato di emergenza in tre contee.

> L’INNALZAMENTO DELLE ACQUE E’ GIA’ REALTA’ IN GRAN BRETAGNA

Più di 300 agenti sovrintendono all’evacuazione e anche la rete stradale nell’area del lago di Oroville e’ bloccata in queste ore da migliaia di automobili che cercano di lasciare la zona per rispettare l’ordine di abbandonare l’area a rischio emesso dalle autorità locali. La situazione, seppure fortemente migliorata, non è ancora del tutto sotto controllo. Le acque del lago di Oroville infatti in 50 anni non avevano mai raggiunto un tale livello di altezza e l’acqua continua a riversarsi dalla falla sulla valvola in grandiose cascate, spettacolari e inquietanti al tempo stesso.

Photo Credit| Thinkstock

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>