Ecobonus al 65% per rimozione amianto ed efficienza idrica in vista

di Matteo Carriero Commenta

ecobonus amiantoEcobonus al 65% per rimozione amianto ed efficienza idrica in vista: entro pochi giorni sarà quasi di certo approvata l’estensione delle detrazioni fiscali ad altre operazioni di efficienza energetica, più, e questo è davvero importantissimo, agli interventi di rimozione dell’amianto. Finalmente potrebbe avere inizio una nuova massiccia campagna di bonifica.

Le detrazioni fiscali sull’efficienza energetica, ovvero l’ecobonus, a meno di clamorosi intoppi a brevissimo sarà esteso a lavori di efficienza idrica, a schermature solari per la riduzione dei consumi energetici, ai lavori per impianti di micro-cogenerazione e di micro-trigenerazione. La notizia è ottima e diventa davvero interessantissima per la possibilità di beneficiare dell’ecobonus anche per la rimozione dei manufatti di amianto che ancora sono terribilmente diffusi nel nostro paese.

Naturalmente anche la possibilità di ottenere la detrazione per interventi di efficienza idrica, per schermature e altro sono importanti, ma vogliamo sottolineare il valore che potrebbe avere l’ecobonus in merito agli interventi di rimozione dell’amianto, che hanno comunque un loro costo e che spesso i proprietari (ingiustamente, dato che ne va della salute stessa) si trovano a rimandare o a evitare per non dover andare incontro ad alcuna spesa, specie in questo lungo periodo storico di crisi.

Le detrazioni fiscali del 65% sulle operazioni di rimozione delle coperture in amianto potrebbero innescare una nuova ondata di rimozioni a tappetto su tutto il territorio, un’operazione di cui il nostro paese, ancora pieno d’amianto-eternit, ha un grandissimo bisogno. L’amianto, come ricordano giustamente ogni anno varie associazioni, continua a uccidere, continua a infestare case ed edifici di ogni genere e ancora oggi è una delle piaghe della nostra penisola.

Tornando all’ecobonus, la proposta è già stata accettata dalle commissioni e ora manca solo il via libera dell’aula che dovrebbe arrivare entro pochi giorni. Non appena si avrà il testo definitivo non mancheremo di aggiornarvi con maggiori dettagli su quando e come poter usufruire di queste agevolazioni.

Photo credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>