Ecomondo 2012, filiera del riciclo imballaggi volano della Green Economy

di Matteo Carriero Commenta

Il Conai, il Consorzio Nazionale Imballaggi, da anni attivissimo nella ricerca dell’ottimizzazione nel settore del riciclo e del recupero degli imballaggi, presenta alla grande fiera Ecomondo 2012, in corso di svolgimento a Rimini, le ultime rilevazioni di settore: con un ottimo + 7,1% del giro d’affari nel giro di un anno, la filiera si presenta come “vero volano” della Green Economy.

Entro gli Stati generali della Green Economy il direttore generale del Conai Walter Facciotto ha svolto il ruolo di coordinatore del folto gruppo di lavoro “Sviluppo dell’ecoefficienza, della rinnovabilità dei materiali e del riciclo dei rifiuti”. Non è certo un caso che tale carica sia stata affidata al direttore del Conai: in primo luogo il Conai si distingue da anni per le continue e fruttuose iniziative volte al miglioramento delle proprie operazioni, in secondo luogo la filiera del riciclo e del recupero degli imballaggi, come accennato, gioca in Italia un ruolo di primo piano nel settore della Green Economy, comprovato dall’aumento del giro di affari del 7,1% nel solo corso dell’ultimo anno.

La centralità delle operazioni svolte dal Conai nel progresso dell’Italia sul sentiero della sostenibilità sono state spiegate come segue nell’ultimo comunicato stampa del consorzio:

Tappe centrali del percorso verso un’economia verde, infatti, sono proprio lo sviluppo di processi di ecoinnovazione ed ecoefficienzache guidino il Paese verso un utilizzo sostenibile delle risorse e dei materiali, verso interventi di prevenzione della produzione dei rifiuti, riduzione degli sprechi,e soprattutto verso l’impiego di materie prime seconde.

Naturalmente non solo il settore specifico del recupero degli imballaggi si rivela di fondamentale importanza nello sviluppo green del paese, ma d’altronde non si può che fare riferimento al Conai come esempio virtuoso nei meccanismi di riciclo e recupero, dato l’aumento del 140% registrato in 15 anni da parte del consorzio nel recupero di rifiuti specifici. Come sottolinea il Conai il mercato delle materie da riciclo vuol dire anzitutto benefici ambientali, ma anche, nell’ottica della Green Economy, ricchezza, nuove possibilità. Introiti. E non bisogna sottovalutare il settore del recupero degli imballaggi: il suo volume d’affari è infatti più che doppio rispetto a quello del settore eolico italiano. Nuovi incontri con i responsabili Conai, dopo quello relativo agli Stati generali della Green Economy tenutosi ieri, avverranno oggi e domani alla fiera Ecomondo 2012. Ecco la lista degli appuntamenti Conai a Ecomondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>