Le energie rinnovabili e il fabbisogno energetico nel rapporto di Greenpeace

di Roberto Russo Commenta

Sarebbe possibile per il nostro Pianeta soddisfare in maniera completa il proprio fabbisogno energetico con fonti rinnovabili? La risposta a questa domanda non è solo affermativa ma anche conveniente e, inoltre, potrebbe avere anche una data in cui questa situazione potrebbe diventare realtà: il 2050.

energia-fonti-rinnovabili-authority-misure-anti-speculazione

A sostenere tale tesi è il nuovo rapporto di Greenpeace dal titolo Energy Revolution 2015 – 100% renewable energy.

Tenendo presente che le precedenti edizioni dei rapporti di Greenpeace hanno descritto scenari che sono andati molto vicino a quanto poi avvenuto nella realtà c’è da considerare che quanto previsto dal documento Energy Revolution 2015 l’investimento necessario per raggiungere l’obiettivo di una totale soddisfacimento del fabbisogno energetico con fonti rinnovabili nel 2050 verrebbe ripagato in maniera molto interessati dai risparmi futuri che si genererebbero dall’abbandono dei combustibili fossili.

Per raggiungere questo futuro completamente rinnovabile nel 2050, l’investimento aggiuntivo medio nelle energie rinnovabili si aggirerebbe incontro ai mille miliardi di dollari l’anno; tuttavia il risparmio medio, nello stesso periodo, collegato al mancato uso di combustibili fossili ammonterebbe a 1070 miliardi di dollari annui, il che vuol dire, in maniera lampante, più degli investimenti che sono necessari per una transizione completa verso le energie rinnovabili.

Kumi Naiodd, Direttore Esecutivo di Greenpeace International, mette in chiaro la situazione e afferma, con vigore, che si è giunti al punto in cui non è più possibile permettere alle lobby dei combustibili fossili di ostacolare il passaggio verso le energie rinnovabili che sono, giova ricordarlo, la scelta e la soluzione non solo più efficace ma anche più etica per un futuro energetico pulito e sicuro. Chiosa Kumi Naidoo: «Vorrei invitare tutti quelli che dicono “non si può fare” a leggere questo rapporto, e riconoscere che una rivoluzione energetica per un futuro 100 per cento rinnovabile si può fare, si deve fare, e sarà un bene per tutti».

Via | Comunicato Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>