Expo2015, il padiglione del Bangladesh e la coltivazione sostenibile del riso

di Matteo Carriero 1

Il padiglione del Bangladesh all’Expo2015 di Milano è compreso nel cluster del riso, e sarà proprio il riso a caratterizzare tematicamente lo spazio espositivo del Bangladesh, che in linea con gli altri paesi appartenenti al cluster, si presenterà ai visitatori come una sorta di risaia, tra coltivazioni e grandi specchi che rievocano l’acquosa coltura del cereale, alimento base, sulla Terra, per quasi tre miliardi di persone.

expo2015 padiglione bangladeshAll’Expo2015 di Milano il padiglione del Bangladesh si inserisce nel cluster del riso con il seguente tema: “Sostenibilità nella produzione di riso, per una vita migliore in un’era di cambiamenti climatici”. Chiari fin da subito, quindi, le linee guida di questo padiglione e della partecipazione del Bangladesh all’esposizione universale milanese, che lo ricordiamo resterà aperta fino a fine ottobre 2015. In linea col tema generale dell’Expo, Nutrire il pianeta – Energia per la vita, il paese tratterà l’alimentazione (attraverso la coltura più importante a livello locale) così come la necessità di uno sviluppo sostenibile e di una produzione alimentare più rispettosa dell’ambiente e della salute umana, in quest’epoca di lenti ma inesorabili mutamenti climatici.

Il padiglione del Bangladesh all’Expo2015 punta sul riso, prodotto alimentare centrale nella produzione del paese (che ha una forte vocazione agricola). Non solo produzione ma anche preparazione, conservazione e commercio del riso fanno parte della cultura stessa dello stato del Bangladesh, dove il riso viene coltivato fin dall’antichità. Se da un lato, oggi, il paese è quasi autosufficiente per quanto concerne l’alimentazione, la situazione è instabile a causa dell’incremento demografico, della riduzione della superficie di coltivazione agricola e degli stessi cambiamenti climatici. Nel padiglione del Bangladesh i visitatori potranno approfondire la conoscenza del riso, delle varietà coltivate nel paese e delle risposte alle sfide poste in atto dai cambiamenti climatici, con le varietà di riso sviluppate dal Bangladesh Rice Research Institute per far fronte agli stessi.

Nello spazio espositivo del Bangladesh non mancheranno workshop e convegni a tema agricolo e alimentare, spettacoli per i visitatori e la possibilità di effettuare degustazioni di vari piatti tipici bengalesi, naturalmente a base di riso. Come anticipato il padiglione del Bangladesh si inserisce in uno dei cluster dell’Expo 2015, quello del riso. Oltre allo stato asiatico appartengono al cluster anche la Cambogia, la Sierra Leone, il Myanmar, la Repubblica Democratica Popolare del Laos e il padiglione Basmati. Il cluster si estende, un padiglione dopo l’altro, per un’area complessiva di 564 metri quadrati, con una superficie espositiva di mille metri quadrati e 738 metri quadrati destinati a essere utilizzati per gli eventi.

Il riso è quindi uno dei protagonisti, più in generale, dell’Expo2015 del capoluogo lombardo, e non potrebbe essere altrimenti se si considera che a oggi rappresenta l’alimento base per quasi la metà della popolazione del pianeta. Inoltre il riso può essere conservato a lungo con relativa facilità ed è una pianta particolarmente adattabile, che grazie alle sue caratteristiche è in grado di crescere e maturare in quasi qualsiasi zona della Terra: non a caso, nella cultura asiatica, è considerato un sinonimo della ricchezza.

Photo credits | Sito ufficiale Expo 2015

Commenti (1)

  1. Hiya! Quick question that’s totally off topic. Do you know how to make your site mobile friendly?
    My weblog looks weird when browsing from my apple iphone.
    I’m trying to find a theme or plugin that might
    be able to correct this problem. If you have any recommendations, please share.
    Appreciate it!

    Look into my web blog: ig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>