Green jobs, nuove prospettive occupazionali per gli energy manager

di Paola P. Commenta

Green Economy, uno dei pochi settori che non conosce crisi malgrado gli ultimi anni siano stati a dir poco disastrosi per molti altri mercati dei Paesi occidentali. L’attenzione verso le tematiche ambientali, l’interesse crescente dei consumatori per l’efficienza ed il risparmio energetico, verso l’utilizzo di risorse rinnovabili, la bioedilizia, l’alimentazione biologica hanno fatto alzare la domanda di prodotti e servizi da questo segmento, con il conseguente incremento di posti di lavoro verdi. Di green jobs parliamo con l’ANEA, L’Agenzia Napoletana Energia Ambiente che ci trasmette stime a dir poco incoraggianti sulle prospettive di sviluppo di questo comparto. Nel 2020 infatti gli occupati in questo campo dovrebbero attestarsi, secondo le previsioni, a 110 mila con un monte stipendi di 2,6 miliardi all’anno.

Nello specifico l’ANEA ci parla di una figura professionale, qual è l’Energy Manager, che secondo quanto previsto dalla legge 10/91 dovrebbe essere obbligatoria in alcuni enti ed imprese private, legge che spesso non viene ottemperata. Ciononostante gli energy managers crescono ed in futuro si prevede avranno ancora più spazio nelle pubbliche amministrazioni. Oggi sono circa 2700, 500 nel settore pubblico. Ma di cosa si occupa nello specifico un energy manager?

L’Energy Manager, ci spiegano dall’ANEA, è una figura tecnica, responsabile della conservazione e dell’uso razionale dell’energia, introdotta in Italia dalla legge 10/91, che l’ha resa obbligatoria per enti pubblici e imprese private, operanti nei settori industriale, terziario e trasporti, che svolge un ruolo di consulente indispensabile all’interno delle strutture aziendali.

Dal 17 al 21 ottobre prossimo a Napoli si parlerà delle prospettive occupazionali di questa figura professionale nell’ambito del Corso di formazione e aggiornamento professionale per Energy Managers, che avrà luogo presso il Grand Hotel Oriente. Un corso valido per conseguire l’attestato di esperti della gestione dell’energia SECEM, (Sistema Europeo per la Certificazione in Energy Management). Per saperne di più e per iscriversi visitate la sezione dedicata sul sito dell’ANEA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>