Consigli per festeggiare un Halloween ecologico

di Roberto Russo 3

Celebrare un Halloween ecologico o verde o eco-friendly è molto semplice e festeggiando insieme all’ambiente vivremo una notte delle streghe divertente e salubre. Come fare tutto questo?

Consigli per festeggiare un Halloween ecologico

Halloween, come ormai tutti sappiamo, è una delle notti più terrificanti dell’anno: ma cosa c’entra tutto questo con l’ecologia? Gli spunti sono vari. Si pensi, per esempio, a uno dei simboli di questa festa, vale a dire i pipistrelli: sebbene molti li temano, secondo varie organizzazioni ecologiche sono specie da proteggere. Quindi, al di là della paura che si può provare, che Halloween sarebbe se non esistessero queste creature alate che la leggenda vuole che si trasformino in vampiri?

Il fatto che i pipistrelli siano vampiri è solo un mito (che alcuni ritengono verità, purtroppo): quello che è vero è che questi animali possono diventare grandi amici dell’uomo e della natura. Basti pensare che svolgono un ruolo fondamentale nella sopravvivenza dei boschi. Se vivete in una zona in cui ci sono pipistrelli, la notte di Halloween potrebbe essere un buon punto di inizio per prendersene cura. E se non ci sono pipistrelli dove vivete potete sempre mascherarvi come loro, e far passare lo stesso un messaggio ecologico.

A proposito dei costumi di Halloween, poi, non dimentichiamo che possiamo indossarne di ecologici. Come? Utilizzando materiale riciclato, per esempio, ma anche semplicemente facendo a cambio con i vestiti che amici e amiche hanno indossato lo scorso anno.

E se per celebrare Halloween ci lasciamo andare a un brindisi o a qualche birra in più, non dimentichiamo che possiamo benissimo riciclare il vetro: anche se siete in giro non è così difficile trovare le campane apposite per la raccolta del vetro e gettarvi dentro le bottiglie.

Buon Halloween ecologico, allora!

Foto | Pixabay

Roberto Russo

Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: “Nulla che sia umano mi è estraneo” (Terenzio) e “Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo” (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>