Incentivi fotovoltaico: riduzione graduale per dare stabilità al mercato

di Fil 4

In che modo deve essere gestita in Italia, per il fotovoltaico, la transizione dal terzo al quarto Conto Energia? Ebbene, al riguardo nella giornata di ieri, venerdì 25 marzo 2011, a Parma, ANIE/GIFI, Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane, ha organizzato una tavola rotonda nel corso della quale è stato fatto il punto della situazione, ma sono state altresì fissate le istanze dell‘industria fotovoltaica italiana.

Tre, in particolare, sono i punti cardine di queste istanze, a partire da incentivi che devono essere ridotti in maniera graduale ed in particolare in ragione della riduzione dei costi dei sistemi fotovoltaici; in questo modo si può dare la stabilità al mercato e si preservano gli investimenti ed i posti di lavoro nel comparto. L’incentivazione, inoltre, deve essere vista come un mezzo finalizzato non solo ad accompagnare il mercato fotovoltaico alla sua piena maturità, ma anche a portare il sistema Paese, ed in particolare l’industria delle rinnovabili italiana, nella sua piena competitività.

In più, in accordo con quanto riporta una nota di ANIE/GIFI, Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane, l’industria fotovoltaica italiana chiede che il quarto conto energia venga strutturato in maniera tale che si vada a premiare sia l’auto-consumo, sia i premi per l’efficienza energetica unitamente alle incentivazioni previste per l’installazione di impianti fotovoltaici a fronte della rimozione dell‘amianto.

Secondo quanto dichiarato dal Consigliere GIFI-ANIE Andrea Brumgnach, intervenuto ieri a Parma alla tavola rotonda, la proposta dell’Associazione potrà garantire per il mercato del fotovoltaico sia uno sviluppo sostenibile, sia la creazione di tanti altri posti di lavoro qualificati sul territorio italiano. In vista dell’approvazione del quarto conto energia, il Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane presenterà le linee guida della proposta per le nuove incentivazioni al fotovoltaico presso il Ministero dello Sviluppo Economico dove, nei prossimi giorni, torneranno a riunirsi le Associazioni in rappresentanza della filiera delle rinnovabili.

Commenti (4)

  1. Can I simply say what a relief to search out somebody who really knows what theyre talking about on the internet. You definitely know the best way to convey an issue to light and make it important. More people must read this and perceive this facet of the story. I cant believe youre no more common because you undoubtedly have the gift.

    http://engatirunelveli.com/cat/cooperaitive-banks/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>