Incentivi per veicoli ecologici: come ottenerli

di Redazione Commenta

index2222

Dopo qualche mese di attesa (è da Dicembre 2013 che il Ministro Zanonato ne parlava) sono finalmente stati approvati gli incentivi per le cosiddette auto ecologiche. Con questo meccanismo di incentivazione, già utilizzato in altri paesi europei, i veicoli più inquinanti vengono penalizzati mentre sono premiati i mezzi a basse emissioni inquinanti. In alcuni paesi europei, come ad esempio la Svizzera, si sommano, a questi incentivi, ulteriori sconti sulle polizze auto, previsti esclusivamente per i veicoli a basse emissioni inquinanti.

Nel Nostro Paese, già dal 14 marzo scorso è possibile, acquistando un veicolo ecologico, beneficiare di appositi incentivi; non bisogna dimenticare, però, che i fondi a disposizione sono limitati e quindi la corsa per l’ottenimento di questi bonus si fa sempre più accesa. Inizialmente, infatti, il governo aveva preventivo centoquaranta milioni di euro da utilizzare per il triennio 2013-2015 ma prima che l’iniziativa prendesse il via i fondi sono stati ridotti a 120 milioni.

Vediamo di seguito qual ‘è il funzionamento di questo meccanismo di incentivazione e come procedere per ottenere il bonus.

Per ottenere i suddetti incentivi occorre acquistare un veicolo a bassa emissione inquinante; in questa tipologia di veicoli rientrano le auto elettriche, a gpl e metano, a idrogeno nonché a biocombustibile. La quantità di incentivi, inoltre, è inversamente proporzionale alle emissioni inquinanti del mezzo: ciò significa ad esempio che nel caso dei veicoli a gpl gli incentivi saranno minori rispetto ai fondi stanziati per le auto completamente elettriche.

Nello specifico nel 2014, per i veicoli elettrici, il contributo previsto è del 20% sul costo complessivo (con un limite massimo di cinquemila euro di incentivi); per le cosiddette auto ibride rimane fermo il contributo al 20% ma il tetto massimo scende a quattro mila euro. Nel caso, invece, delle auto a gpl e a metano il limite massimo per gli incentivi è di due mila euro.

Per quanto riguarda la procedura per l’ottenimento degli incentivi è tutto a carico delle concessionarie auto; queste ultime devono iscriversi su una specifica piattaforma all’indirizzo www.bec.mise.gov.it e, prima di procedere con le vendite, accertarsi della disponibilità effettiva dei fondi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>