Inventata batteria che si ricarica con l’urina

di Marco Mancini 2

batteria ad urina

Avete bisogno di elettricità ma non c’è sole, non c’è vento, non avete biomasse da bruciare nè potete improvvisare un impianto geotermico. Cosa fare? Una società coreana ha inventato un dispositivo in grado di generare elettricità di bassa potenza con qualcosa che sicuramente possiamo procurarci tutti, ma che abbiamo sempre gettato: l’urina. La batteria portatile, denominata MetalCell, è in grado di creare abbastanza energia con una sola pipì da alimentare un computer portatile per più di quattro ore.

Secondo Popular Science, la batteria è stata progettata da una società coreana per le situazioni militari in cui può essere difficile trovare elettricità per gli oggetti elettronici. E’ abbastanza piccola da essere trasportata facilmente ed è in grado di produrre energia per far funzionare le apparecchiature quando non sono disponibili altre fonti.

A parte l’urina, il MetalCell è in grado di produrre elettricità con dell’acqua salata. All’interno della batteria vi sono lastre di magnesio che reagiscono con il sodio per generare una piccola quantità di energia elettrica. Una relazione sulle capacità del MetalCell spiega come la reazione chimica può essere un’energia più conveniente di altri metodi:

Se un gadget elettrico – qualsiasi cosa, da un computer ad una torcia elettrica – esaurisce l’energia, un soldato sul campo di battaglia potrebbe versare acqua salata nel MetalCell e utilizzare il dispositivo come una fonte di alimentazione d’emergenza.

La tecnologia sembra essere moderna, ma in realtà ricorda la produzione di energia elettrica con un metodo utilizzato circa 2.000 anni fa. E’ stato infatti scoperto un artefatto che si pensa potesse avere qualità simili che sarebbe servito per generare un basso livello di tensione. Conosciuto come “batteria di Baghdad“, si trattava di un recipiente di terracotta contenente un cilindro di rame e un tondino di ferro, che alcuni ritengono potesse produrre energia elettrica quando una sostanza acida, come il succo di limone, vi veniva aggiunta.

Quanta elettricità MetalCell può produrre, e quanto facilmente sarà disponibile il materiale necessario per fare sì che funzioni potrebbe determinare il suo successo anche nelle applicazioni non-militari. Anche se non può essere superiore alle fonti rinnovabili come l’energia eolica o solare nel soddisfare il fabbisogno energetico a lungo termine, questo dispositivo potrebbe essere un’alternativa per il futuro con un “combustibile” tra i più facilmente reperibili al mondo.

Fonte: [Treehugger]

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>