Lampadine TLED Philips, rivoluzione annunciata, più efficienza e luce più calda

di Matteo Carriero Commenta

LED/OLED Lighting Technology ExpoProseguono i lavori sulle lampadine TLED Philips e già in tanti parlano di rivoluzione annunciata: lampadine led con efficienza energetica doppia rispetto allo standard e luce più calda.

Le lampadine LED sono ormai presenti nelle case di tutti gli italiani, avendo sostituito le lampadine a incandescenza. Le prestazioni delle lampadine LED a risparmio energetico sono nettamente migliori rispetto alle precedenti, e ora Philips si prepara a dare un altro twist al settore delle lampadine a risparmio energetico.

Se ne parla già da tempo, i lavori non sono ancora ultimati ma ci avviciniamo pian piano al momento dell’entrata in commercio delle lampadine TLED, con nuova tecnologia LED che non solo si stima abbiano un’efficienza energetica doppia rispetto alle attuali (stiamo parlando quindi di risultati semplicemente straordinari) ma anche una luce più calda: per sbaragliare la concorrenza, infatti, Philips punta anche sulla tipologia di bagliore propria delle future lampadine.

Le lampadine LED a risparmio energetico sono per diversi utenti troppo fredde, ovvero proiettano una luce fredda poco adatta a diverse tipologie di ambienti. Magari perfette per alcuni uffici, meno per situazioni più conviviali. Ed ecco allora che i ricercatori Philips combinando LED blu e rossi portano la temperatura tra i 3 mila e i 4 mila kelvin, andando a richiamare una luce calda non troppo lontana da quella emessa dalle vecchie lampadine a incandescenza.

E con la maggiore efficienza energetica delle TLED negli Stati Uniti si risparmierebbero (con una sostituzione teorica rispetto alle lampadine ora in commercio) 12 miliardi di dollari all’anno e soprattutto 60 milioni di tonnellate di anidride carbonica.

Ma quando vedremo, quindi, arrivare le spettacolari nuove lampadine TLED prodotte dalla Philips? Poche speranza per un’uscita anticipata, secondo le stime ufficiali fornite dovremo attendere fino al 2015. Intanto non possiamo che augurare buon lavoro ai ricercatori e agli ingegneri della Philips.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>