L’Italia infrange le regole dell’UE sui sacchetti di plastica

di AnnaMaria Commenta

L’Italia non rispetta le regole europee riguardo alla riduzione dell’uso dei sacchetti di plastica. E’ per questo che la Commissione europea ha inviato richiesta di parere motivato all’Italia per non aver recepito la direttiva del 2015 che prevedeva una sensibile riduzione dell’utilizzo dei sacchetti di plastica. E l’Italia non è il solo Paese europeo ad avere infranto le regole, ci sono anche Polonia, Cipro e Grecia che hanno ricevuto il medesimo avviso.

> DOVE VANNO A FINIRE I SACCHETTI DI PLASTICA?

Però, mentre gli altri paesi sono indietro solo nella trasposizione della direttiva per l’Italia il problema potrebbe essere solo di natura procedurale o burocratica. L’Italia infatti è stata uno dei primi paesi dell’Ue a creare una legge nazionale per ridurre l’uso dei sacchetti di plastica eppure Bruxelles contesta la mancata comunicazione delle misure che saranno concretamente applicate in Italia, esattamente come prevede la direttiva europea.

> MAURITANIA, CHI USA I SACCHETTI DI PLASTICA VA IN CARCERE

La scadenza per la notifica era prevista per il 26 novembre 2016 e la Commissione europea ha inviato a Roma una lettera lo scorso gennaio aprendo ufficialmente le procedura di infrazione. Adesso la richiesta di parere motivato è il secondo passo della procedura e l’Italia avrà due mesi di tempo per rispondere se non vuole incorrere nel deferimento in Corte di Giustizia.

> SACCHETTI DI PLASTICA: DIVIETO DI CIRCOLAZIONE IN TUTTO IL MONDO

Ricordiamo che in Italia il decreto legge n.2 del 25/01/2012 denominato “misure straordinarie e urgenti in materia ambientale” all’art.2 ha aggiornato il divieto entrato in vigore dal 1 gennaio 2011 con lo scopo di eliminare del tutto dalla circolazione i sacchetti di plastica non riciclabili. La legge italiana prevede che i sacchetti di plastica riutilizzabili devono essere di uno spessore minimo di 200 micron per le buste ad uso alimentare e 100 micron per quelle non alimentare. Le buste con spessori minori per legge devono essere realizzate con materiali compostabili ed essere così sottili da potere essere utilizzate solo una volta.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>