Mobilità: nelle grandi città italiane troppe auto e servizi pubblici inefficienti

di AnnaMaria Commenta

Troppe auto private, trasporti pubblici inefficienti. E’ questa la fotografia delle grandi città italiane scattata oggi da Legambiente nel corso del convegno Mobilità In-sostenibile, organizzato a Roma allo scopo di avviare un confronto, insieme a diversi interlocutori istituzionali ed esperti del settore, sul tema della mobilità e sulle nuove politiche da adottare.

I dati parlano chiaro. Nelle grandi città italiane il mezzo di trasporto privato è quello più usato per gli spostamenti mentre i mezzi pubblici sono sempre più vittime di disservizi e inefficienze. Negli ultimi anni la quota degli spostamenti in auto è passata dall’8,1% del 2014 al’8,3% del 2015; mentre è diminuita quella effettuata con i mezzi pubblici che è passata dal 14,6% (2014) all’11,7% nel 2015 (Fonte Cdp, Asstra). Numeri che si ripercuotono anche sull’ambiente, l’inquinamento e la salute dei cittadini. Peggiore tra tutte la città di Roma, molto indietro rispetto alle altri capitali europee per quello che riguarda la dotazione di metropolitane, tram, ferrovie suburbane mentre possiede un recordi di automobili, pari a 67 auto ogni 100 abitanti.

FUNIVIA URBANA, NUOVA FRONTIERA DELLA MOBILITA’ SOSTENIBILE

Edoardo Zanchini, Vicepresidente nazionale di Legambiente, ha spiegato che le cttà italiane hanno bisogno di rilanciare le diverse forme di mobilità sostenibile per migliorare la vita delle persone e la qualità dell’aria e per fare questo è necessario avere il coraggio di fare scelte diverse, potenziando e integrando le diverse forme di mobilità urbana, dal trasporto pubblico e privato su ferro e su gomma, fino al ciclabile, al carsharing e alla micromobilità elettrica.

MOBILITA’ SOSTENIBILE, ESISTONO ANCHE GLI SCOOTER ELETTRICI

Il diritto alla mobilità riguarda milioni di cittadini, ed è certamente un tema ambientale ma anche un tema di dignità e di diritto allo spostamento. E’ essenziale che le nostre città diventino più competitive, sostenibili, moderne e soprattutto al passo delle altre città europee.

Fonte: Legambiente

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>