Mondiali di Calcio Brasile 2014, lo stadio Mineirão alimentato a energia solare

di Matteo Carriero Commenta

mondiali di calcio stadio energia solareI tanto discussi e seguiti Mondiali di Calcio 2014 in Brasile hanno visto, tra le altre cose, linaugurazione dello stadio Mineirão di Belo Horizonte, un’opera alquanto interessante dal punto di vista energetico, considerando che si tratta del primo “stadio a energia solare”, con migliaia di pannelli installati per una capacità energetica complessiva pari a 1,4 MW.

I Mondiali di Calcio 2014 in corso di svolgimento in Brasile presentano un punto di interesse anche per quanto concerne la produzione di energia pulita tramite pannelli fotovoltaici. Sullo stadio Mineirão di Belo Horizonte sono stati infatti installati ben 6 mila pannelli solari con una capacità energetica di 1,4 MW e una produzione annuale di energia stimata in 1,6 GWh. Si tratta di un progetto, come si può ben immaginare, di proporzioni notevoli e decisamente peculiare, data la sede di installazione dei pannelli.

Dato che lo stadio Mineirão, seppur grande, non può assorbire tutta l’energia prodotta dal mega impianto fotovoltaico, il rimanente viene riversato nella rete elettrica e si stima equivalga al fabbisogno energetico di circa mille e duecento abitazioni. La notizia va a inquadrarsi in un’ottica più ampia: se il progetto dello stadio Mineirão per i Campionati del Mondo di Calcio 2014 in Brasile appare di grande interesse, va sottolineato che simili progetti sono anche in cantiere per lo stadio Fonte Nova Arena di salvador de Bahia e per lo Estadio Nacional Mané Garrincha di Brasilia (dove si parla di una capacità installata pari a ben 2,5 MW).

Per lo stadio di Belo Horizonte si è provveduto, per la precisione, all’installazione di 5910 pannelli fotovoltaici su un’area di circa 10 mila metri quadrati. Il luogo di installazione è naturalmente il tetto, la copertura parziale dello stadio Mineirão, attualmente rivestito di pannelli per l’85 per cento della propria superficie. A occuparsi dell’imponente progetto è stata la Martifer Solar. Il suo CEO Henrique Rodrigues ha di recente dichiarato:

Siamo lieti di partecipare a questo traguardo storico per la FIFA e il Brasile. Martifer Solar continua a rafforzare la propria posizione di leadership a livello mondiale nel settore fotovoltaico e fa un passo in avanti per mostrare le potenzialità dell’energia solare nel più grande evento sportivo del mondo, la Coppa del Mondo FIFA.

L’Head of Business Development della società Martifer Solar, Paulo Figueiredo, ha dal canto suo ricordato come l’energia solare stia diventando sempre più competitiva rispetto alle altre fonti di energia, con conseguente crescita del sostegno dedicato al settore.

Practical Action ha di recente diffuso dati interessanti, ma decisamente negativi, in merito al fotovoltaico in alcune delle nazioni che prendono parte ai Mondiali 2014 in Brasile. Si pensi che per stati come la Bosnia Erzegovina, come la Corazia, il Costa Rica, l’Honduras, la Costa d’Avorio, l’Iran, l’Uruguay e l’Ecuador, hanno una produzione elettrica tramite energia solare inferiore a quella prodotta da un solo stadio brasiliano. Il che è decisamente rappresentativo di quanto determinate nazioni appaiono ancora lontanissime dal raggiungere risultati di rilievo nel campo della produzione di energia elettrica tramite fonti rinnovabili e attraverso il fotovoltaico più nello specifico.

Photo credits | Andre Oliveira  su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>