Nascono i corsi Assimas per specialisti in medicina ambientale

di Matteo Carriero Commenta

La Assimas, l’Associazione italiana di medicina ambientale e salute, annuncia le date dei primi corsi in Italia volti a formare specialisti in medicina ambientale, medici in grado di diagnosticare fattori alla base di malattie respiratorie, tumori, allergie e altro, attraverso la considerazione del fattore ambientale. Finalmente la formazione medica include ufficialmente anche i danni causati dall’ambiente nella valutazione della salute di una persona. I primi corsi si terranno a Milano e a Roma.

Arrivano i corsi per la formazione di specialisti in medicina ambientale, grazie all’Assimas e al suo presidente Antonio Maria Pasciuto, unico medico italiano facente parte del Consiglio direttivo di Europeam, l’Accademia europea di medicina ambientale. Non solo informazione, ma formazione per gli studenti e per i medici che vorranno seguire i corsi, con inizio previsto per il 27 ottobre a Milano e per il 10 novembre a Roma (con i corsi post-laurea che partiranno invece a gennaio 2013. Formazione affinché i rischi per la salute derivanti dal rapporto di un paziente con le sostanze inquinanti presenti nel proprio ambiente non vengano più ignorati.

Come riporta il comunicato stampa dell’Assimas

Lo specialista potrà contribuire in modo significativo ad aggiungere il pezzo mancante a quel quadro complessivo che, per ognuno di noi, fa la differenza tra salute e malattia. Un percorso importante e significativo per estendere ed arricchire le capacità cliniche di ogni medico, che sia di famiglia o specialista in un campo ben preciso. […] Tra le patologie emergenti di origine ambientale si trovano la sindrome da stanchezza cronica, la sensibilità chimica multipla, la fibromialgia. Ma anche molte patologie croniche, tra cui l’asma bronchiale, le allergie, molte malattie dermatologiche, hanno alla base del loro svilupparsi fattori ambientali. Questi vanno ricercati non solo nell’inquinamento atmosferico, ma anche cercando tra i diserbanti, i metalli pesanti, l’elettrosmog, gli insetticidi, le muffe e persino tra le nanoparticelle.

Una notizia, questa della nascita dei corsi per specialisti in medicina ambientale, che finalmente sembra aprire uno spiraglio di luce su tutte quelle ben note e spinose problematiche ambientali che influiscono sullo stato di salute dell’uomo, e che tuttavia sono quasi sempre trascurate dalla medicina tradizionale.

Photo credits | Alex E. Proimos su flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>