Nel 2030 l’elettricità più economica sarà quella da fonti rinnovabili

di AnnaMaria Commenta

Greenpeace Germania ammonisce l’Europa: entro il 2030 l’eolico e il solare saranno le forme di elettricità più economiche per tutti i paesi del G20. A pochi giorni dall’inizio del G20 di Amburgo, l’Università finlandese della tecnologia di Lappeenranta mostra i risultati di uno rapporto commissionato da Greenpeace secondo il quale presto le energie rinnovabili saranno quelle più economiche da utilizzare.

LA LISTA DELLA SPESA PER UN MONDO 100% RINNOVABILE

Secondo quanto emerge dal documento, che ha calcolato i costi di generazione elettrica nei 20 Stati dal 2015 al 2030, già circa nella metà delle nazioni del G20 le energie rinnovabili sono più convenienti, o hanno lo stesso costo, di quelle fortemente inquinanti come il carbone o rischiose come il nuclere, eppure questi impianti non sono così diffusi come dovrebbero.

RINNOVABILI, EMISSIONI ED EFFICIENZA. A CHE PUNTO E’ L’EUROPA?

In base ai dati, gli impianti eolici europei generano già la forma di elettricità più economica. E questo vale non solo per l’Europa ma anche per l’America del Sud, Usa, Cina e Australia. I prezzi stanno drasticamente calando e continueranno a scendere progressivamente e anche il fotovoltaico, da qui al 2030, diventerà meno costoso in diverse nazioni del G20.

ENERGIE RINNOVABILI

Tobias Austrup di Greenpeace, ha così commentato i risultati del rapporto:

La protezione del clima diventa sempre più conveniente. Non possono esserci più scuse. Ogni Paese del G20 che investe ancora in centrali nucleari e a carbone spreca i propri soldi su una tecnologia che non sarà competitiva nei prossimi anni. Il G20 ha la responsabilità di inviare un segnale chiaro: accelerare la transizione verso l’energia pulita è la cosa giusta da fare non solo per il clima, ma anche per l’economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>