Permessi per inquinare in UE rischiano di cancellare i risultati delle rinnovabili

di Marco Mancini 2

permessi inquinare ue rinnovabiliLa legge ambientale europea fino a questo momento sembrava fosse la migliore del mondo. Fiore all’occhiello era proprio quel ricorso alle rinnovabili effettuato in maniera molto più rapida ed efficace rispetto agli altri Paesi mondiali, il quale ha comportato un abbassamento del totale dell’inquinamento atmosferico. Ma tutto potrebbe presto vanificarsi a causa di una folle strategia aziendale: concedere nuovi permessi per inquinare.

Ogni anno l’UE stabilisce delle “quote” di inquinamento che le aziende poi si devono spartire per poter emettere i propri gas di scarico. Per poter fare ripartire l’economia però, il Parlamento europeo starebbe pensando di concedere nuove autorizzazioni per un totale di 700 mila tonnellate di CO2 annue. Secondo il rapporto recentemente presentato dall’associazione Sandbag, si tratterebbe esattamente dei gas serra che vengono risparmiati da tutte le energie rinnovabili europee messe insieme. Insomma, con questa decisione c’è il rischio che l’effetto delle rinnovabili venga azzerato.

Il rapporto sottolinea che l’ETS (European Trading System) è come una discarica globale che permette la creazione di “dubbi” permessi ad inquinare. L’appuntamento per questa storica decisione è per il 3 luglio. Secondo le ultime informazioni sembra che l’idea più diffusa sia di rinviare l’entrata in vigore dei nuovi permessi, non di cancellarla, il che non farà altro che rinviare semplicemente il problema.

Intanto l’UE deve fare i conti anche con altri problemi. Quelli causati dalle aziende che devono compensare le proprie emissioni con alcuni tipi di opere, ma che molte volte lo fanno al di fuori dei confini UE (circa 1,1 miliardi di tonnellate stima Sandbag); ma anche con i Paesi stessi, con la Gran Bretagna che per esempio oggi annuncia che difficilmente riuscirà a mantenere l’impegno preso per il taglio del 20% delle emissioni entro il 2020. Secondo le ultime stime i tagli effettuati finora sono stati troppo leggeri, e la mancanza di concertazione politica non migliorerà le cose nei prossimi 6 anni e mezzo. Inoltre le cose anziché migliorare in Gran Bretagna peggiorano, visto che lo scorso anno le emissioni sono aumentate del 3,5%, e così ci vorrà perlomeno il 2027 per raggiungere l’obiettivo.

[Fonte: the Guardian]

Photo Credits | Getty Images

Commenti (2)

  1. wh0cd935062 [url=http://mobic-7-5.science/]mobic price[/url] [url=http://prosac.date/]20mg prozac[/url] [url=http://elimiteonline.us/]cheap elimite[/url] [url=http://lisinopril-hydrochlorothiazide.gdn/]hctz hydrochlorothiazide[/url]

  2. wh0cd935062 [url=http://costofviagra2017.com/]viagra online[/url]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>