Puma orientale dichiarato estinto

di Marco Mancini 3

La lista degli animali estinti continua tristemente ad allargarsi. A farne le spese è il puma orientale, detto anche coguaro orientale, una sottospecie della famiglia dei puma, che pochi giorni fa è stato dichiarato estinto dal Servizio della Pesca e della Fauna Selvatica degli Stati Uniti. Le voci sulla sua sparizione si sono inseguite per anni negli Stati Uniti, ma ora le indicazioni, che sono iniziate più di 100 anni, sono diventate realtà.

Alcune segnalazioni di avvistamenti, però, hanno fatto rinviare quella che la stessa US Fish and Wildlife Service sapeva dovesse essere una fine inevitabile, ma almeno le ha permesso di esitare prima di fare una dichiarazione ufficiale. Ora, dopo un ampio riesame, i biologi e i funzionari dell’organismo si sono trovati d’accordo: il puma orientale è ufficialmente estinto.

La revisione ha sollevato molte polemiche. Molte persone hanno affermato di aver visto il puma nei boschi negli ultimi 100 anni. Molti di questi avvistamenti, secondo i ricercatori, sono stati degli individui che erano sfuggiti alla cattività. Il resto si pensa fossero puma occidentali che si sono spostati nel campo storico del coguaro orientale. Martin Miller, capo del settore specie minacciate di estinzione alla US Fish and Wildlife Service, ha spiegato:

Siamo consapevoli che molte persone hanno visto i puma in natura all’interno del campo storico del coguaro orientale. Tuttavia, riteniamo che queste non abbiano visto la sottospecie orientale. Non abbiamo trovato informazioni che confermano l’esistenza del coguaro orientale.

Una popolazione nidificante di puma orientale, ha aggiunto, avrebbe lasciato un segno della propria esistenza. L’ultimo superstite di puma selvaggio si pensa sia stato visto nel 1938, durante un periodo in cui sono state emesse taglie sui grandi felini. La prova dell’estinzione del felino è che le popolazioni di prede fonte primaria della loro sussistenza, il cervo dalla coda bianca, sono esplose, mettendo peraltro pressione sulle altre piante e specie di animali nella regione.

[Fonte: Treehugger]

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>