Rifiuti in Italia, nel 2014 cambiamenti per il rame e partenza del Sistri

di Matteo Carriero 2

rifiuti italia 2014La questione rifiuti in Italia, si sa, resta una problematica di primissimo piano. Con il 2014 arrivano in particolare due misure di cui sono già stabiliti i tempi di avvio: il rame per smette di essere qualificato come rifiuto deve ora rispettare determinate condizioni qualitative e il Sistri, udite udite, dovrebbe finalmente diventare realtà.

Il problema de rifiuti in Italia nel 2014 sarà affrontato con due misure in particolare, una già attiva e l’altra in partenza a marzo. La misura già attiva, entrata in vigore lo scorso primo gennaio, riguarda il rame: il metallo per essere ufficialmente considerato fuori dal ventaglio dei rifiuti, ovvero affinché cessi di essere qualificato come tale, dovrà rientrare entro certi parametri qualitativi: i materiali estranei devono essere presenti in misura minore al 2 per cento, non deve esserci PVC o ossido di metallo in eccesso e altro ancora. Si tratta di un cambiamento volto (come si sarà intuito) a costringere le aziende che lavorano nel recupero a lavorare meglio. In sostanza, i produttori ora dovranno sottostare a un sistema di gestione per la qualità del metallo.

La seconda grande novità del 2014 per i rifiuti in Italia è l’avvio del Sistri. Dopo l’incredibile scandalo che ha colpito il programma di gestione e monitoraggio dei rifiuti pericolosi, i tempi di attuazione di questa lentissima novità (quella delle novità lente appare sempre di più come una peculiarità italiana) sembrano essere finalmente maturi. Il 3 marzo 2014 i produttori di rifiuti speciali pericolosi, infatti, dovranno cominciare a usare il Sistri per la tracciabilità dei rifiuti. Il 30 giugno 2014, invece, avrà inizio la fase di applicazione sperimentale del Sistri ai rifiuti urbani pericolosi e infine dal 2 agosto 2014 partono le sanzioni per l’uso scorretto dei device elettronici e per il mancato utilizzo del Sistri da chi dovrà farlo per legge.

Dopo tanti anni sembra che il sistema di tracciabilità dei rifiuti pericolosi possa veramente entrare in funzione. Speriamo, per una volta, che il tutto possa procedere senza scandali, problemi o nuovi rallentamenti di sorta.

Photo credits | psyberartist su Flickr

Commenti (2)

  1. wh0cd948263 [url=http://buyabilify.us.com/]Buy Abilify[/url] [url=http://roxithromycin247.club/]Roxithromycin Without A Prescription[/url] [url=http://cleocin.us.com/]Buy Cleocin[/url] [url=http://cymbalta.us.org/]Generic Cymbalta[/url] [url=http://anafranil2017.us.com/]buy anafranil[/url] [url=http://strattera2017.us.com/]price of strattera[/url]

  2. Hi there, I enjoy reading through your post. I wanted to write a little comment to support you.

    Visit my homepage :: ig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>