Risparmio idrico, come evitare sprechi d’acqua nella vasca da bagno

di Marco Mancini 4

Mettere un mattone o una bottiglia piena di ciottoli nel serbatoio del WC è un metodo noto per risparmiare acqua (quasi un paio di litri per scarico). Ma a volte un po’ di stile è necessario per invogliare la gente ad adottare tali provvedimenti. Così il designer Rochus Jacob ha avuto l’idea per la sua ultima creazione semplice ed elegante.

Arrivata finalista al Premio Incheon International Design (IIDA) 2010, gli “oggetti per lo spostamento d’acqua” di Jacob sono un metodo tanto semplice quanto efficace: pezzi arrotondati di plastica riciclata che prendono una forma di pietra bianca, permettono alle persone di fare un bagno completo con ben il 50% di acqua in meno.

Lo stesso designer ha vinto il primo premio del concorso IIDA dello scorso anno con il suo dispositivo di raffreddamento termodinamico che si basa sull’evaporazione dell’acqua al posto dell’utilizzo dell’elettricità. Allo stesso concorso aveva presentato anche la sedia Murakami, una sedia a dondolo che alimenta la lampada da lettura personale. Spiega Jacob:

Mi è sempre piaciuto fare il bagno, ma mi sentivo in colpa per il consumo. Con l’aggiunta di volumi nella vasca, la quantità di acqua utilizzata può essere drasticamente ridotta senza cambiare radicalmente comportamento […] Ho raccolto le pietre sulla spiaggia che hanno una bella forma naturale. Una loro scansione 3D  mi ha permesso di riprodurre la loro forma in un prototipo.

Sebbene il concetto che sta dietro la creazione di Jacob è tutt’altro che nuovo (si ispira al Principio di Archimede di qualcosa come 2.300 anni fa), l’aspetto elegante degli oggetti li rende attraenti per un pubblico più vasto che potrebbe non volersi rendere “colpevole” dello spreco di acqua durante il bagno. Dopotutto se può servire per risparmiare centinaia di litri (forse anche di più) all’anno di acqua, che fastidio può dare qualche pietra liscia in fondo alla vasca?

Fonte: [Treehugger]

Commenti (4)

  1. Il risparmio idrico è ormai un dovere civico e un obbligo nei confronti del prossimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>