La Terra è esaurita, il grido di Italia Nostra nella settimana nazionale dei paesaggi agrari

di Paola P. Commenta

In occasione della settimana nazionale dedicata ai paesaggi agrari, dal 17 al 23 ottobre prossimo, Italia Nostra lancia l’allarme sullo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali, vessate da una richiesta sempre più assillante e sproporzionata dell’uomo al punto da non riuscire a mantenere una bioproduttività capace di stare al passo, tanto veloce e pesante quanto maldestro, delle attività umane. Al grido di riprendiamoci la terra, l’associazione, in collaborazione con la Coldiretti, trascorrerà questi sette giorni in giro per le campagne italiane, impegnata in eventi ed iniziative di sensibilizzazione, da Nord a Sud della penisola. Degustazioni, escursioni, concorsi e visite guidate, tanti gli appuntamenti in programma, tutti intesi a sottolineare l’immenso valore del patrimonio agricolo italiano, la ricchezza della biodiversità rurale del nostro Paese.

Perché quest’anno l’attenzione dei promotori si focalizza sulla bellezza  e sul valore dei paesaggi agrari, patrimonio da preservare dalla cementificazione e dallo sfruttamento selvaggio, ce lo spiega Alessandra Mottola Molfino, presidente di Italia Nostra:

Il turismo, la produzione agricola, i nostri prodotti alimentari, insieme al nostro patrimonio storico e artistico, rappresentano il volto dell’Italia nel mondo e l’unica vera risorsa economica del Paese capace di dare lavoro e sviluppo. Non si può pensare di contrastare la crisi cementificando il paese e devastando il paesaggio. La cultura e l’agricoltura sono le principali fonti di sviluppo per l’Italia. Patrimonio artistico e culturale, natura, creatività, ricerca e innovazione: sono queste le ricchezze su cui investire. L’Italia ha il suolo più fertile del pianeta; ha mari, laghi, fiumi, pianure, colline, montagne. L’Italia ha il più alto numero di prodotti Dop al mondo. Insomma l’Italia ha bisogno di più pane e meno cemento.

Non mancheranno, nel corso delle diverse manifestazioni, momenti di riflessione sui danni provocati all’agricoltura sostenibile dalle logiche della grande distribuzione, non rispettose dei tempi dei cicli produttivi e spesso incuranti della qualità e genuinità dei prodotti. Per conoscere l’elenco completo delle iniziative in programma nella vostra regione nella settimana nazionale dei paesaggi agrari, visitate la sezione dedicata sul sito di Italia Nostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>