Smog: 4 Ministeri studiano azioni per migliorare la qualità dell’aria

di AnnaMaria 1

Contrastare lo smog e rendere più buona la qualità dell’aria delle nostre città. Sono questi gli attualissimi temi allo studio di 4 ministeri i Italia, che ieri si sono riuniti per fare il punto della situazione su tutte le misure messe in campo per contrastare lo smog e migliorare la qualità dell’aria. Il Ministero dell’Ambiente, Trasporti, Sviluppo e Politiche Agricole hanno aperto un tavolo tecnico con l’obiettivo di arrivare alla chiusura dei tavoli tecnici istituiti per nuove misure di contrasto allo smog nell’area del Bacino Padano e nel contempo accelerare il percorso di attuazione della direttiva europea Nec, che prevede la definizione di un programma di misure nazionali per la qualità dell’aria.

 

Al tavolo tecnico promosso dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti hanno partecipato anche i direttori generali competenti del dicastero, il viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonio Gentile, il capo dipartimento del ministero delle Politiche Agricole Giuseppe Blasi.

>RAPPORTO MAL’ARIA 2017: AUMENTA LO SMOG NELLE CITTA’ ITALIANE

Tra le azioni allo studio nel corso del confronto al ministero, anche l’assegnazione dell’ecobonus al 65% alle tutte le caldaie a biomasse che rispondano ad alti criteri di efficienza, così come individuati dal Conto Termico 2.0. Come si legge nella nota diffusa dal ministero:

E’ stata fatta inoltre una ricognizione sulle azioni attivate dai vari ministeri e messe a disposizione delle Regioni: dal bando per la mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro a quello sulle colonnine di ricarica elettrica, dal decreto “caldaiette” al fondo da 4,5 miliardi di euro per lo svecchiamento del parco mezzi pubblici.

> EMERGENZA SMOG: DATI ALLARMANTI E BLOCCO DEL TRAFFICO

Il problema dei livelli elevati di smog nelle città italiane è sempre più pressante.E infatti proprio per domenica 26 febbraio 2017 è previsto un altro blocco del traffico a Roma in determinate fasce orarie e per determinate tipologie di automobili per combattere l’inquinamento atmosferico, la cui situazione è resa più crititca anche dalle condizioni meteorologiche.

Commenti (1)

  1. I have read so many articles on the topic of the blogger
    lovers but this piece of writing is really a
    nice article, keep it up.

    Feel free to visit my website ig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>