Smog, vertice nel Nord Italia con il ministro Clini

di Valentina Ierrobino 1

Si svolgerà questo pomeriggio l’incontro tra il ministro dell’Ambiente Corrado Clini e le regioni del Nord Italia per discutere di inquinamento e smog. I presidenti di Provincia e i sindaci di Lombaria, Piemonte, Veneto e Emilia Romagna sono pronti ad esporre la loro politica per la mobilità sostenibile e siglare un accordo sul potenziamento del trasporto merci su rotaia e su nuovi investimenti per il trasporto pubblico.

Sono previste misure più dure per i tir e per il trasporto merci su strada con l’obiettivo di favorire le ferrovie e il trasporto su rotaia, utilizzando le linee Trieste-Milano-Torino-Lione, Chiasso-Milano-Bologna e Brennero-Verona-Bologna. Si punta su misure radicali e su cambiamenti esemplari perché, come riconoscono i rappresentanti del Nord Italia, la domeniche a piedi, il blocco delle auto e i rimedi a breve termine non sono efficaci per ridurre lo smog e le polveri sottili. Anche il ministro Clini aveva a suo tempo dichiarato che il divieto di circolazione per alcune ore o giorni della settimana non avrebbe risolto il problema. Tra i provvedimenti al vaglio nel pomeriggio vi sono le proposte di Roberto Formigoni che chiede un piano nazionale per la qualità dell’aria e una diversa tariffazione autostradale “a seconda degli orari” e una politica di contenimento delle emissioni industriali e agricole. Interessanti anche le iniziative dell’assessore all’ambiente della Regione Lombardia, Pierfrancesco Maran, che chiede

Risorse per l’installazione dei filtri antiparticolato sui mezzi pesanti. I camion Euro zero sono oltre 10 mila nella sola provincia di Milano e incidono per oltre il 20 per cento sulle polveri da traffico.

La giunta Fassino, da Torino, presenterà proposte per un piano energetico degli edifici e un protocollo per la gestione delle emergenze. Le proposte vanno a coincidere in parte con quelle degli ambientalisti che dai sit-in di protesta chiedono ai politici del Nord, attraverso le parole del Verde Enrico Fedrighini

Subito micromisure per uscire dalla logica dell’emergenza e dei blocchi. Servono orari e tariffe differenziate per la circolazione dei Tir sulle autostrade, una stretta al carico e scarico merci, estensione di Ztl e sosta regolamentata, limiti di velocità più bassi per le auto e bonus sul sistema Atm.

[Fonte: Il Corriere della Sera]

[Photo Credit | Thinkstock]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>