Tartarughe Caretta- caretta, oggi è il loro giorno

di Valentina Ierrobino 3

Oggi 10 esemplari di tartarughe Caretta caretta saranno liberate nel Mediterraneo, tra le regioni Sicilia, Sardegna, Toscana, Marche e Basilicata. Qualcuno ha già ribattezzato il 13 agosto 2010 il Tarta- day, la giornata delle tartarughe!

L’iniziativa è stata lanciata dal Centro turistico studentesco e giovanile (Cts), da anni impegnato nel recupero e nella tutela delle tartarughe marine, con i Centri Tartanet.

Il progetto Tartanet nasce grazie al sostegno del programma Life Natura della Commissione Europea che ogni anno stanzia fondi per iniziative volte alla tutela e alla salvaguardia dell’ambiente e delle specie animali e vegetali. I centri di recupero delle tartarughe marine sono disposti per tutta la Penisola, a partire da Riccione, Livorno, Talamone (Grosseto), nell’Oasi di Lago Salso (Foggia), nella marina protetta di Punta Campanella (Napoli e Salerno), a Policoro (Matera), in Salento, nella Laguna di Nora (Cagliari), nell’isola dell’Asinara e a Brancaleone (Reggio Calabria), e nelle località siciliane di Eraclea, Lampedusa, Linosa e Comiso, dove si trovano le principali aree di nidificazione.

In occasione del Tarta- day i centri Tartanet saranno aperti al pubblico, con stand informativi, conferenze a tema, e visite guidate. Ospite d’eccezione sarà il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che dallo scorso ottobre ha adottato una tartaruga Caretta caretta, trovata aggrovigliata ad una vecchia rete da pesca nei pressi di Linosa. Napolitano ha voluto lodare il lavoro dei molti volontari,

Desidero rappresentare il vivo apprezzamento per l’encomiabile iniziativa a tutela della tartaruga Caretta caretta. Manifestazioni come questa hanno l’indubbio merito di coinvolgere le nuove generazioni nelle necessaria azione di salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità affinché il patrimonio naturalistico venga tutelato e valorizzato.

Come si legge nel comunicato del Cts

L’auspicio è che, anche quest’anno per l’Italia sia un’estate da record: già quattro i nidi solo a Linosa che si schiuderanno intorno alla metà di agosto. Il Mediterraneo, pur rappresentando solo lo 0,8% della superficie acquatica terrestre, ospita il 7% delle specie marine conosciute al mondo e ben 5 specie di tartarughe tra cui la Caretta caretta.

Le tartarughe sono minacciate dal turismo balneare, dal traffico navale e dalle catture accidentali, senza contare la cattura degli esemplari protetti, come da ultimo la notizia di alcuni giorni fa del contrabbando di tre tartarughe, di terra, destinate al mercato nero. Dai dati raccolti dal Cts risulta che

Ogni anno nel Mediterraneo circa 150mila esemplari di Caretta Caretta finiscono catturati accidentalmente e di questi ben 50mila muoiono per soffocamento.

Spesso le tartarughe marine finiscono nelle reti a strasciso e nei palangari. Per questo c’è bisogno di maggior informazione e di tutelare i siti scelti per depositare le uova.

[Fonte: Ansa; Il Mattino]

[Foto: calshop]

Commenti (3)

  1. wh0cd977834 [url=http://buypropranolol.us.com/]buy propranolol[/url] [url=http://effexor.us.com/]Generic Effexor[/url] [url=http://cleocin.us.com/]CLEOCIN[/url] [url=http://motrin.us.com/]motrin online[/url] [url=http://clomid365.us.com/]clomid online[/url]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>