Terremoto in tempo reale, sciame sismico nell’Italia centrale

di Michele Costanzo Commenta

Un sisma di magnitudo 6 ha colpito l'Italia centrale con epicentro in provincia di Rieti. INGV e Protezione Civile le fonti per seguire gli aggiornamenti sul terremoto in tempo reale.

Terremoto 24-08-2016
Alle 3:36 della scorsa notte un violento terremoto ha colpito una vasta area dell’Italia centrale. L’epicentro del sisma è localizzato nella provincia di Rieti. Alla scossa principale è seguito un lungo sciame sismico con decine di scosse secondarie che in alcuni cassi hanno anche superato una magnitudo 5. In questo post abbiamo raccolto alcune fonti ufficiali utili per ricevere informazioni sul terremoto in tempo reale incluse le informazioni di sicurezza, le attività di soccorso ed il monitoraggio della sequenza sismica.

INGV e Protezione Civile seguono il terremoto in tempo reale

In situazioni di emergenza come quelle che l’Italia centrale sta attraversando in queste ore è importante verificare costantemente l’attendibilità delle informazioni che arrivano dalle zone colpite dal sisma; questo anche per evitare di contribuire alla diffusione di informazioni imprecise o del tutto infondate. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) e la Protezione Civile sono i due organismi pubblici più direttamente coinvolti e utilizzano i propri canali di comunicazione per diffondere aggiornamenti sul terremoto in tempo reale.

Per quanto riguarda l’INGV segnaliamo le seguenti risorse:

  • Elenco aggiornato di tutti i terremoti registrati in Italia di magnitudo uguale o superiore a 2. Aggiornato quasi in tempo reale fornisce informazioni sulle zone interessate e sulle caratteristiche dell’evento sismico.
  • Blog INGV Terremoti; sta seguendo gli eventi del terremoto con una serie di aggiornamenti distanziati di alcune ore.
  • Il sito haisentitoilterremoto.it gestito dall’INGV raccoglie le segnalazioni da parte dei cittadini che hanno avvertito un terremoto.
  • Per gli utenti Android è disponibile anche l’applicazione omonima “Hai Sentito Il Terremoto?” che può essere utilizzata anche in questo caso per segnalare un evento sismico. L’applicazione riporta inoltre l’elenco degli ultimi terremoti in tempo reale registrati dalla rete nazionale. Vengono anche descritti gli effetti degli eventi sismici attraverso la Scala Mercalli.
  • L’account Twitter INGVterremoti pubblica in tempo reale i dati sulle scosse sismiche registrate e fornisce altre informazioni di servizio utili per gestire l’emergenza.

In momenti come quelli di queste ore la Protezione Civile è la struttura dello Stato più direttamente coinvolta nella gestione dell’emergenza e nelle operazioni di soccorso. Il sito ufficiale del Dipartimento nel corso della giornata sta diramando comunicati stampa aggiornati sulle zone colpite dal terremoto, sul coordinamento dei soccorsi e sugli interventi di sicurezza.

Su Twitter l’hashtag #protezionecivile è utilizzato dalle istituzioni e dagli utenti per far circolare informazioni sul terremoto in tempo reale. Con funzioni simili ma più generiche è in uso anche l’hashtag #Terremoto.

La protezione civile ha inoltre attivato due numeri verdi che possono essere contattati dai cittadini:

  • Contact center nazionale: 800 840 840
  • Sala operativa della Protezione Civile del Lazio: 803 555

Attivato il numero solidale 45500

A partire dalle ore 15 il Dipartimento della Protezione Civile con la collaborazione dei principali operatori di telefonia fissa e mobile ha attivato il numero solidale 45500. Inviando un SMS (da rete mobile) o chiamando (da rete fissa) questo numero è possibile effettuare una donazione di 2 euro a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto. Il servizio è disponibile per gli utenti Tim, Vodafone, Tre, Fastweb, Coopvoce, Wind e Infostrada.

Anche il Ministero dell’Interno ha allestito una sezione speciale del proprio sito per fornire informazioni sul terremoto che ha colpito l’Italia Centrale. La situazione di emergenza è seguita anche dal sito nazionale dei Vigili del Fuoco.

Per il soccorso hai feriti è in corso una campagna di raccolta di sangue di tutti i gruppi sanguigni su cui è possibile trovare maggiori informazioni sul sito dell’AVIS.

Il terremoto delle 03:36

Aggiungiamo infine alcune informazioni sull’evento sismico. La rete sismica nazionale ha registrato alle ore 3:36:32 un terremoto di magnitudo 6 sulla Scala Richter. L’epicentro dell’evento è stato localizzato 42,7 gradi di latitudine e 13,24 gradi di longitudine. L’ipocentro del terremoto invece è stato misurato ad una profondità di 4 km.

Il Comune di Accumoli in provincia di Rieti è la località più prossima all’epicentro da cui dista circa 1 km. Nel raggio dei 5 km si trovano anche i comuni di di Arquata del Tronto ed Amatrice. Nel più esteso raggio dei 20 km si trovano anche i comuni di Cittareale, Norcia, Acquasanta Terme, Montegallo, Cascia, Campotosto e Montereale.

Come già accennato all’evento principale sono seguite una lunga serie di scosse di assestamento che hanno coinvolto le province di Rieti, Perugia, Ascoli Piceno, L’Aquila e Teramo. Particolarmente intensa è stata la replica delle 04:33:29 con epicentro nei pressi di Norcia in provincia di Perugia che ha registrato una magnitudo di 5,3.

La mappa riportata in apertura di questo post è stata redatta dall’INGV è mostra la posizione dell’evento delle 3:36 sullo sfondo della Mappa di pericolosità sismica del territorio italiano. Come si può osservare l’epicentro del terremoto appartiene ad una zona ad alta sismicità per la quale si considerano accelerazioni orizzontali al suolo dell’ordine di 0,250-0,275 volte l’accelerazione di gravità.

Photo Credits | INGV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>