Il WWF si schiera contro la riforma sui parchi

di AnnaMaria Commenta

Per il WWF è SOS Natura ed è per questo che l’associazione ambientalista del panda si è schierata contro la Legge sui Parchi che considera un salto indietro di 40 anni nella gestione delle aree protette.

> AMBIENTE, WWF PUBBLICA SONDAGGIO SUI PARCHI IN ITALIA

La campagna di mobilitazione è già partita e come di ricorda il presidente Donatella Bianchi, i pericoli di questa legge sono numerosi:

Sono messi in pericolo da una legge che rischia di indebolire i principi e le garanzie di tutela della natura e far fare un salto indietro di quarant’anni al sistema delle Aree Protette. E’ una grande opportunità perduta: se il testo non verrà emendato ma licenziato frettolosamente, anziché rilanciare e rafforzare i Parchi italiani li indebolirà.

Il Wwf inoltre sottolinea:

Nonostante la Costituzione attribuisca allo Stato il compito di proteggere la natura, con la legge su cui saranno chiamati ad esprimersi i deputati, di fatto, le Aree protette passerebbero sotto la diretta influenza degli Enti territoriali, rischiando di essere ostaggio di logiche partitocratiche e localistiche.

Secondo il WWF sono tanti gli elementi della legge proposta dalla Commissione ambiente della Camera che dovrebbero essere modificati e, proprio per sensibilizzare i sostenitori alla causa, è stato pubblicato un post sulla pagina ufficiale di Facebook nel quale si esprimono tutte le criticità emerse dalla legge:

Perché siamo contrari alla riforma sui #parchi?

• Perché la proposta prevede che i Presidenti e i Direttori dei Parchi abbiano solo competenze di gestione SENZA richiedere competenze in materia di tutela ambientale;

• Perché permette che nel Consiglio Direttivo di Enti-Parco siano inseriti portatori di interessi economici;

• Perché le Aree Marine Protette verranno gestite con un sistema ancora più frammentato;

• Perché la gestione dei Parchi non è CHIARAMENTE ancorata alle Direttive Comunitarie aumentando anche il possibile coinvolgimento dei cacciatori per gli abbattimenti selettivi.

Difendi con noi la natura d’Italia ► wwf.it/parchi

Il Wwf invita quindi tutti ad informarsi sulla mobilitazione visitando il sito del Wwf alla sezione “parchi” e scrivendo al deputato della propria Circoscrizione il seguente messaggio: «S.O.S. Natura d’Italia: Le chiedo d’intervenire sul Disegno di Legge sui Parchi in discussione alla Camera per garantire le piene competenze dello Stato nella tutela e gestione del sistema di aree protette più importante d’Europa. #sosparchi».

Oppure chiede di inviare un twitt con hashtag #sosnaturaditalia con il testo: «@lauraboldrini @PietroGrasso perché stravolgere la più importante legge italiana per la tutela della natura? #sosparchi con @WWFitalia».

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>