Scandalo in Brasile: tremila imprese fornivano legno da foreste protette in tutto il mondo

di Redazione Commenta

Il Brasile è uno dei Paesi maggiormente sotto la lente d’ingrandimento della comunità internazionale a proposito della lotta ai cambiamenti climatici. Responsabile della maggiore deforestazione del mondo, a causa della continua distruzione della foresta Amazzonica, l’enorme Stato sudamericano non ha ratificato finora nessun trattato internazionale, accettando le linee di principio soltanto con molte riserve. Da oggi potrebbe essere accusato di un problema in più.

Se state cercando di acquistare dei prodotti che utilizzano legname sostenibile, materiale cioè che, nonostante sia proveniente dal Brasile, abbia ottenuto le autorizzazioni e adottato le norme ecologiche, soprattutto se originario dello Stato di Pará, potreste avere una brutta sorpresa. Mongabay, uno dei blog più attenti all’ambiente, segnala che un procuratore federale brasiliano ha avviato un’inchiesta su alcune società carioca sospettate di raccolta illegale di legno da aree protette proprio in quello Stato. Dopo aver raccolto illegalmente il legname, secondo gli investigatori, questo veniva fatto arrivare negli Stati Uniti dove otteneva l’eco-certificazione, e da cui poi veniva spedito nell’Unione europea e nei mercati asiatici.

Si legge su Mongabay:

Anche se adesso non si specifica il nome delle imprese coinvolte (almeno non attraverso comunicati ufficiali in lingua inglese), sono circa 3.000 le imprese che si presume siano state coinvolte nel progetto. Il legname in questione è in vendita sia per le imprese di costruzione che per quelle di arredamento.

Mongabay sottolinea che lo stato di Pará ha il più alto tasso di deforestazione dell’Amazzonia dal 2006, ed è inoltre responsabile per il 43% del totale della perdita della foresta. E’ inoltre il caso di ricordare che, a livello globale, la deforestazione incide per circa il 20% del totale delle emissioni di gas serra, più di tutto il settore dei trasporti combinati. Un dato che fa capire quanto sia delicata la questione, e quanto alcune imprese non si facciano alcuno scrupolo, pur di arricchirsi. Allora occhio alla provenienza dei vostri mobili. Se vengono da Pará, fareste bene ad informarvi sull’azienda che ha fornito il legno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.