Galletti chiede alla Spagna l’adesione a Pelagos

di AnnaMaria Commenta

Il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti ha incontrato il ministro spagnolo Tejerina a Bruxelles er sondare la possibilità che la Spagna dia la sua disponibilità ad entrare nell’accordo Pelagos per la tutela dei cetacei nel Mar Mediterraneo a cui fino ad oggi aderiscono Italia, Francia e Principato di Monaco.
Il confronto con il ministro spagnolo Isabel Garcia Tejerina è stato occasione per trattare l’argomento proprio quando al Palazzo d’Europa di Bruxelles si teneva il Consiglio Ambiente.

 

> L’ITALIA DARA’ 5 MILIONI DI EURO AL FONDO AMBIENTE ONU

Il ministro Galletti ha ribadito l’importanza di allargare il Santuario, che per adesso tutela i mammiferi marini da rischi concreti quali lo spiaggiamento e le collisioni con le navi, anche ad aree più complesse come il Golfo del Leone e le Isole Baleari. Il ministo Tajarina si è dimostrato sensibile e interessato a prendere in considerazione le proposte e in particolare a valutare la compatibilità del programma Pelagos con altre azioni già messe in atto dal governo spagnolo a favore dell’ambiente marino, come l’adesione all’accordo Accobams che si occupa della conservazione dei cetacei nel Mediterraneo, nel Mar Nero e nelle contigue aree atlantiche, e con iniziative future come l’istituzione di un corridoio di protezione del passaggio dei cetacei.

>ACQUA CONTAMINATA, MALATTIE SIMILI PER DELFINI E UOMO

A proposito dell’incontro con la collega spagnola, il ministro Galletti ha dichiarato:

Credo che da oggi possa incominciare un lavoro importante, innanzitutto di ordine tecnico, verso un obiettivo strategico per la tutela della biodiversità mediterranea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>