Cancun, deluso il ministro indiano: nel 2050 saremo tutti morti se gli USA non riducono le emissioni

di Valentina Ierrobino 1

Prosegue il vertice delle Nazioni Unite a Cancun con  alcune speranze con l’apertura della Cina  alle riduzioni delle emissioni industriali e delusione da parte dell’India, e non solo. Il ministro indiano all’Ambiente, Jairam Ramesh, ha definito “deludente” l’impegno degli USA per ridurre le emissioni di CO2 e per fermare i cambiamenti climatici. Per il ministro indiano con questo passo, prima che si vedranno gli effetti del buon governo, nel 2050

saremo tutti morti.

Le dure parole di Jairam Ramesh sperano di scuotere l’America, il ministro ha anche lanciato un appello personale a Washington affinché si faccia qualcosa di definitivo anche da parte degli Stati Uniti

prima che sia troppo tardi.

[Fonte: Ansa]
[Foto: topnews]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.