Fuori Salone 2013, l’iniziativa Goodesign combina ecologia, stile e tecnologia

di Matteo Carriero Commenta

fuori salone 2013 ecologia goodesignFuori Salone 2013 è iniziato e nella nuova edizione del grande salone milanese, che terminerà il prossimo 14 aprile, spicca anche l’iniziativa Goodesign, in graado di combinare ecologia, stile e tecnologia grazie alla collaborazione di Panasonic Visual System Solutions.

Al Fuori Salone 2013 l’ecodesign, la bioedilizia e la bioarchitettura giocano un ruolo sempre più rilevante. Tra le iniziative che quest’anno sono presenti presso il Salone (che ospita anche la Milano Design Week 2013), ne troviamo anche una che combina, oltre al design e all’ecosostenibilià, anche la tecnologia. Si tratta di Goodesign. Lavorare bene abitare meglio, che raccoglie una selezione di prodotti internazionali, innovativi, belli ed ecoresponsabili.

Tra gli altri prodotti si potrà toccare con mano anche FeNX, l’innovativo tavolo ecologico con touch screen firmato Panasonic Visual System: legno sostenibile e tecnologia, con la Panasonic scelta proprio sulla base dell’impegno sempre maggiore dimostrato nei confronti dell’ambiente, in particolare portato avanti con il programma Carbon Offset for Life che è volto alla riduzione delle emissioni di CO2 e alla compensazione tramite progetti di salvaguardia ambientale in varie zone del globo.

FeNX al Fuori Salone 2013 rappresenta la prima uscita della prima opera della linea R&D, creata da Nemes e CMF, appuntamento di spessore per la ricerca lombarda del settore. Val la pena di soffermarsi sulle procedure di creazione: il “Primo sistema touch screen green all made in Italy” viene costruito con ferro riutilizzato, trattato con acqua marina e cere a base di bucce d’arancia, in seguito completato con inserti chiari in abete al naturale su acero rosso della Val di Fiemme: un progetto, come ricordano i creatori in un comunicato che

si rivolge a un Target di riferimento trasversale, destinato a raccogliere le richieste più accese di un pubblico maturo, responsabile, attento alle esigenze ambientali e proiettato all’Europa 2020.

L’ecodesign avanza le sue proposte a un pubblico maturo e responsabile: il nostro augurio è l’espansione di simili progetti venga accompagnata da una pari crescita del bacino di utenti volenterosi di accoglierli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>