Referendum ambiente e mobilità sostenibile, a Milano partita la raccolta firme

di Paola P. 5

“Sdraiarsi sull’asfalto caldo per fare un picnic all’ombra di un palazzo. Oppure puoi firmare…”; “Respirare le stesse polveri sottili abbracciati davanti una caldaia a gasolio. Oppure puoi firmare…”; “Baciarsi sulle sponde dei Navigli ammirando la migrazione dei roditori. Oppure puoi firmare…”; “Pedalare accompagnati dal cinguettio dei clackson inebriati dal profumo dello smog. Oppure puoi firmare…”
Sono gli slogan che accompagnano la raccolta firme (scadenza 6 novembre) per cinque referendum volti a migliorare la mobilità sostenibile e la qualità dell’ambiente nella città di Milano che, dopo i mesi estivi, in cui si sono già raccolte molte firme, si appresta ad accogliere i Referendum Days il 17, 18 e 19 settembre prossimi, con cento tavoli distribuiti su tutto il territorio urbano per chiamare all’appello più iscritti possibile afferenti alle liste elettorali del Comune di Milano.

I promotori del movimento civico Milanosimuove, coordinati da Lorenzo Lipparini, vogliono che i cittadini, giustamente, recuperino il possesso ed il controllo della propria città, battendosi attivamente per un’aria più pulita, maggiore sicurezza e, soprattutto, incidendo positivamente sulla riqualificazione ambientale di Milano per migliorare la qualità della vita sempre più minata dallo spettro delle polveri sottili.

Come spiegano gli stessi promotori:

In questa fase di incapacità della vecchia politica di occuparsi dello sviluppo della città davvero nell’interesse collettivo con attenzione alla qualità dell’ambiente e del rispetto delle regole lo strumento referendario rappresenta una grande opportunità per i cittadini per riprendersi il diritto di richiedere quale futuro vogliono per la loro città.

Nei cinque quesiti promossi da Marco Cappato, Edoardo Croci ed Enrico Fedrighini, si chiede in sintesi di:

  1. ridurre traffico e smog attraverso il potenziamento dei mezzi pubblici, l’estensione di “ecopass” e la pedonalizzazione del centro;
  2. raddoppiare gli alberi e il verde pubblico e ridurre il consumo di suolo;
  3. conservare il futuro parco dell’area EXPO;
  4. maggiore attenzione al risparmio energetico e alla riduzione della emissione di gas serra;
  5. riapertura del sistema dei Navigli milanesi.

Per maggiori dettagli, info e contatti e per sapere dove firmare rimandiamo al sito del comitato promotore, Milanosimuove, ed al blog dell’iniziativa.

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.