Risparmio idrico, è possibile con poche attenzioni

di Redazione 6

E’ sempre importante risparmiare, di qualsiasi cosa si tratti. A livello economico, gli italiani sono i campioni del mondo, ma a livello energetico non tanto. Si parla spesso di risparmio di energia, e di consigli su queste pagine su come farlo ce ne sono tanti. Ma si parla troppo poco di un bene, il più prezioso di tutti, che però rischia di scarseggiare, e per questo va protetto: l’acqua.

I problemi sono innumerevoli, dai ghiacciai che si vanno sciogliendo all’inaridimento del territorio, ma la linea di fondo è che l’acqua va conservata il più possibile. Quindi, questa volta vogliamo mostrarvi soltanto alcuni dei centinaia di modi per conservare l’acqua, i più semplici, in modo che voi potreste applicarli senza sforzi nella vostra vita quotidiana.

Un Occidentale medio utilizza 350 litri di acqua al giorno (anche indirettamente), e circa 100 di essi finiscono in attività all’aria aperta come quando si annaffia il prato. Quando si tratta di risparmio d’acqua all’aperto, ci sono alcuni semplici linee guida da seguire. Ridurre l’utilizzo dell’acqua nel giardino è facile, utilizzando semplici tecniche, come l’irrigazione a goccia. Questa è una tecnica molto semplice: anziché utilizzare la classica pompa che spreca litri e litri d’acqua, si possono installare degli irrigatori lungo il nostro giardino che non sono molto costosi, ma che rilasciano goccioline d’acqua o vapore, il quale è sufficiente a mantenere vivo il nostro prato. Esso si può regolare a seconda della necessità e si può anche inserire il timer per quando si va in vacanza.

Entrando in casa, le modalità di risparmio idrico sono molteplici. Prima di tutto, fare la doccia al posto del bagno. Vi fa risparmiare tempo ed acqua. Ovviamente sempre che sotto la doccia non vi stiate per delle ore. Importante anche controllare la tenuta dei rubinetti e dei tubi che spesso gocciolano, sprecando quanta più acqua di quello che vi potete immaginare.

Se invece si vuol fare qualcosa in più, si può installare una rete idrica ecologica in casa. In pratica essa recupera l’acqua utilizzata per fare il bucato o per lavare i piatti e, anziché gettarla, la riutilizza nello scarico del water e per innaffiare il prato. Questo è possibile farlo, se avete un po’ di spazio, raccogliendo anche l’acqua piovana e rimettendola in circolo con lo stesso meccanismo.

Se facciamo attenzione ad ogni singolo passaggio, si possono arrivare a risparmiare circa 200 litri di acqua al giorno.

Commenti (6)

  1. Dimentichiamoci, come sempre del consumo d’acqua derivato dall’alimentazione:

    Il 70% dell’acqua utilizzata sul pianeta è consumato dalla zootecnia e dall’agricoltura (i cui prodotti servono per la maggior parte a nutrire gli animali d’allevamento).
    Quasi la metà dell’acqua consumata negli Stati Uniti è destinata alle coltivazioni di alimenti per il bestiame.

    Gli allevamenti consumano una quantità d’acqua molto maggiore di quella necessaria per coltivare soia, cereali, o verdure per il consumo diretto umano.

    Dobbiamo sommare, infatti, l’acqua impiegata nelle coltivazioni, che avvengono in gran parte su terre irrigate, l’acqua necessaria ad abbeverare gli animali e l’acqua per pulire le stalle.

    Una vacca da latte beve 200 litri di acqua al giorno, 50 litri un bovino o un cavallo, 20 litri un maiale e circa 10 una pecora.
    Il settimanale Newsweek ha calcolato che per produrre soli cinque chili di carne bovina serve tanta acqua quanta ne consuma una famiglia media in un anno.

    Facendo un calcolo basato sulla quantità di proteine prodotte si ottiene un rapporto molto sbilanciato a sfavore degli allevamenti: per un chilo di proteine animali occorre un volume d’acqua 15 volte maggiore di quello necessario alla produzione della stessa quantità di proteine vegetali.

    http://www.saicosamangi.info/allevamenti/ecologica/consumoacqua.html

  2. infatti l’articolo dice che il consumo d’acqua procapite è anche indiretto. è difficile che una persona usi 300 litri d’acqua al giorno solo per bere o lavarsi

  3. il tema è molto sentito, l’acqua è una risorsa preziosa e dobbiamo averne cura tutti, però non si parla mai nemmeno dello spreco di acqua per lavare le auto ( circa 200 litri cadauna) vi segnalo questo sito http://www.lavautosenzacqua.com ove da tempo promuovono un sistema innovativo ed ecologico per lavare le auto ecc. senza utilizzare acqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.