La siccità australiana provoca acidificazione nel terreno e problemi di salute

di Redazione Commenta

Non appena il livello d’acqua di due laghi australiani scende, la minaccia dell’inquinamento da polveri di acido solforico aumenta. I funzionari stanno cominciando a preoccuparsi del fatto che per pompare l’acqua dolce artificiale nei due laghi per proteggere la foce del fiume Murray, si mantengono i livelli dei laghi sotto la sufficienza d’acqua. In più diminuendo i livelli delle acque, il letto dei laghi rilascia degli acidi che si trasformano, con l’esposizione all’aria, in un disastro ecologico, e una minaccia per la salute delle persone che vivono vicino ai laghi stessi.

EcoWorldly riporta un articolo che affronta i grandi problemi del prosciugamento dei laghi al di là della semplice perdita di acqua dolce. Il problema è che quando vengono esposte all’aria, le sostanze presenti nei suoli composte per larga parte da acido solforico, non possono essere mantenute artificialmente elevate a causa dei problemi di siccità. Il Governo sta cercando di risolvere il problema attraverso un “biorimedio“, un’iniziativa che include l’impianto di alcune specie di vegetali che diffondono particelle di calcare nei terreni esposti.

Non solo la polvere potrebbe danneggiare gravemente la salute degli ecosistemi dei laghi, ma ci sono anche preoccupazioni per le persone che vivono lì vicino, le quali possono respirare la polvere che si secca nei letti. Secondo l’articolo, alcuni tra i più piccoli torrenti che alimentano i laghi sono già a livelli di pH di acidità che corrispondono a livelli superiori a quello dell’acido delle batterie. Questo sforzo è il primo del suo genere in questa scala. Ma sembra che la fissazione di un problema causato da un problema più grande ha bisogno di qualche attenzione in più.

La siccità in Australia sta costringendo il Governo e i ricercatori a prendere alcuni significative decisioni in materia di conservazione delle acque, per gestire la siccità ed il loro inquinamento. Purtroppo, il continente in questo momento funge da cavia per il resto del mondo, perché la crisi idrica si intensifica non solo in Oceania, ma gradualmente ovunque, e i progressi nella tecnologia e le soluzioni tecniche più veloci adottate in Australia significheranno per il resto di noi il futuro della nostra Terra.

Fonte: [Livescience]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.