Goletta dei laghi di Legambiente fa tappa in Abruzzo

di Chiara Ranallo 7

Il Lago di Scanno, il maggior bacino naturale dell’Abruzzo, risulta non inquinato. E’ il risultato delle analisi compiute sul lago dagli esperti di Legambiente per la terza edizione di Goletta dei Laghi-Cigno Azzurro. La campagna di monitoraggio delle acque di balneazione lacustri italiane, che fino al 5 agosto analizzerà 32 laghi in sette regioni italiane, ha fatto quest’anno, per la prima volta, tappa in Abruzzo.

I prelievi effettuati nel lago di Scanno hanno interessato cinque diversi punti, scelti per la presenza di criticità come strutture ricettive o per la presenza abituale dei bagnanti. In tutte le località analizzate non è stato riscontrato inquinamento. Lo conferma Katia Le Donne, portavoce di Goletta dei laghi


Dal punto di vista microbiologico e chimico fisico, la qualità delle acque del lago di Scanno è risultata ottima, in armonia con una realtà paesaggistica e naturalistica che non presenta particolari criticità. Nessuno dei parametri di riferimento supera i limiti della normativa.

Legambiente fa sapere, però, che le analisi sono state eseguite in un periodo di bassa stagione ed ha sottolineato l’importanza di un costante impegno per mantenere alti il livelli delle acque del lago anche durante il vivo della stagione turistica.
La campagna Goletta dei Laghi oltre ad analizzare i campioni delle acque dei vari laghi, organizza, nelle diverse località, dibattiti ed incontri per informare e sensibilizzare i cittadini sull’importanza della tutela dei laghi.

Terminata la tappa abruzzese, fino al 20 giugno, Goletta dei Laghi effettuerà il monitoraggio su nove laghi del Lazio, e in particolare: Bolsena, Vico, Bracciano, Martignano, Albano, Nemi, Turano, Salto, San Puoto. Gli altri appuntamenti con Goletta sono: dal 21 al 26 giugno l’Umbria con i laghi Piediluco e Trasimeno; dal 28 giugno al 2 luglio la Lombardia con i laghi Idro e Iseo; dal 3 al 7 luglio il Trentino con i laghi Caldonazzo, Carraia, Levico e Tovel; dal 9 al 14 luglio il Piemonte con i laghi Avigliana G., Avigliana P., Sirio, Viverone e Candia; dal 15 al 21 luglio di nuovo la Lombardia con i laghi Como e Lecco; dal 22 al 28 luglio il Veneto, il Trentino e la Lombardia con i laghi Garda, Frassino e Mantova; e infine dal 29 luglio al 5 agosto il Piemonte e ancora la Lombardia con i laghi Maggiore, Lugano, Varese e Idroscalo.

Commenti (7)

  1. Perchè viene tralasciato il lago d’Iseo, che è più interessante sotto i principali canoni d’interesse? Dall’immissario e l’estuario, la natura stessa del lago (tra i più profondi d’Europa, le forti correnti esistenti che fanno letteralmente “sparire” camion e veicoli caduti rovinosamente in seguito a incidenti stradali e mai recuperati, le formazioni geologiche subacquee studiate negli anni ’70 da un oceanografo del calibro di J. Costeau, risalito dopo molte immersioni e preoccupato per la città di Lovere che pare sia posata su una enorme grotta [piuttosto “fragile” perchè sostenuta da molte “colonne” (stalattiti e stalagmiti congiunte) e terremoti di una certa entità porrebbero seriamente a rischio l’esistenza della sovrastante Lovere]. I suoi studi corredati da centinaia di fotografie ci sono ancora e a disposizione dei pochi interessati alle cose che ci circondano, Anche Iseo è inquinato, ma forse non abbastanza per suscitare interesse ambientalistico….

  2. Forse ti è sfuggito, ma il lago di Iseo è tra le tappe della campagnia di legambiente che toccherà la lombardia e il laog tra il 28 giugno e il 2 luglio.

  3. vero, sorry 🙂
    sai, è un po di tempo che sto rimuginando l’idea di andare a rivedere lo studio fatto dal padre della ricerca subacquea. Chissà in che condizioni è il materiale dei risultati di allora. Perdonami l’ignoranza, ma questa Goletta con quale cadenza effettua le analisi sullo stadio di salute dei laghi italiani? Annuale? E’ una cosa a sé stante, oppure si potrebbe alleare a qualche ricerca archeologica lacustre; sarebbero d’appoggio le une alle altre, penso. Tu che dici?

  4. Goletta dei Laghi è una campagnia itinerante per il monitoraggio di alcuni laghi italiani. E’ un’iniziativa giovanissima, siamo alla terza edizione quest’anno. Non segue le stesse tappe ogni anno, quest’anno infatti è stata in abruzzo per la prima volta. Io credo che sia un’importante campagnia poichè mette in luce i problemi dei nostri laghi molte volte sottovalutati a favore dei mari. E poi è alla portata di tutti perchè nn si limita alle analisi delle acque ma si rivolge alla gente attraverso incontri mirati. Io credo che la tua idea sia buona. Anche secondo me sarebbe interessante un sodalizio tra più iniziative.

  5. risultato delle analisi fatte dalla Goletta Verde nel lago d’Idro: i valori sono tutti sopra il limite masimo. La percentuale di 02 è del 160%, il livello di ph dell’acqua è superiore a 9 e questi dati riguardano le acque di superficie; in quelle fonde si riscontra l’invasione di alche, carenza di ossigeno e presenza della fauna ittica in continua diminuzione. La balneazione è VUETATA dal 2004.

  6. grazie per l’aggiornamento, è davvero un peccato assistere impotenti alla rovina del nostro ambiente…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.