Televisori al plasma? No, thanks

di Marco Mancini Commenta

Impopolare decisione del Governo inglese. Anche a costo di danneggiare l’economia, il Primo Ministro Gordon Brown ha anticipato all’Indipendent che vieterà la vendita dei mega-televisori al plasma, quelli così grandi da occupare un’intera parete, perché più inquinanti di un Suv.

In realtà l’allarme lo avevamo già lanciato noi tempo fa su queste pagine, in quanto è risaputo che la tv al plasma consuma molto di più ed è costituita da parti più inquinanti rispetto alle altre, e così il primo a rendersene conto è proprio il Governo inglese, e pare che nemmeno l’Unione Europea gli sia indifferente. Infatti è allo studio un metodo di valutazione degli apparecchi più o meno inquinanti, in maniera tale da mettere al bando quelli più “spreconi”, e costringere le case produttrici ad attaccare al proprio prodotto un bollino in cui sia scritto chiaramente il consumo. In questo modo l’acquirente può rendersi subito conto sulla convenienza dell’acquisto, non solo in termini ecologici, ma soprattutto ambientali.

Quest’operazione si svolge all’interno di uno sforzo più ampio da parte dell’Ue, in quanto già da qualche anno sta portando avanti una battaglia contro gli elettrodomestici che consumano tanto. Già da un pò su alcuni di essi, come i frigoriferi, possiamo trovare un marchio “Energy Star“. Questo è apposto da un’agenzia indipendente internazionale che valuta il tasso di consumo dell’elettrodomestico e appone il suo marchio soltanto sui prodotti considerati “a norma”, cioè con bassi consumi. Questo marchio ovviamente non poteva essere apposto su un televisore soprannominato “il 4×4 del salotto“, dato che inquina quanto una grossa automobile e più del doppio rispetto ai televisori non al plasma, ma delle stesse dimensioni.

I dati forniti ieri da Repubblica sono impressionanti. Un televisore al plasma da 50 pollici (molto di moda in Gran Bretagna, ma lo sta diventando anche da noi), consuma 822 watt all’ora. Un televisore sempre da 50 pollici a cristalli liquidi invece solo 350 w/h, mentre uno vecchio a tubo catodico soltanto 322. Non si sta parlando soltanto di spreco energetico in senso economico. Infatti oltre a far pagare di più in bolletta, un televisore del genere consuma anche più del doppio in termini di inquinamento atmosferico dovuto alle emissioni per produrre quell’energia elettrica in più per farlo funzionare. Uno spreco a cui il Governo inglese ha detto basta.

Fonte: [Repubblica]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.