Vacanze ecologiche in barca a vela per ridurre le emissioni

di Michele Costanzo Commenta

Scegliere la barca a vela per le proprie vacanze può essere una straordinaria occasione per abbinare una mobilità green con itinerari suggestivi sulle coste del Mediterraneo.

Vacanze ecologiche in barca a vela
Sono sempre di più i turisti che pianificano le loro ‘vacanze ecologiche‘ guardando con attenzione ai temi del rispetto dell’ambiente e dell’etica del viaggio. Per questi ma anche per chi è alla ricerca di nuovi modi di vivere l’ambiente una suggestiva possibilità arriva dalla barca a vela, mezzo ecologico quasi per definizione che permette di spostarsi anche su grandi distanze limitando ogni forma di emissione inquinante.

Le vacanze ecologiche secondo Sailsquare

Ovviamente sono in pochi coloro che possiedono una barca a vela di proprietà da utilizzare durante i periodi di vacanza, ma esistono comunque molte opportunità alternative per chi sceglie questa formula. In perfetto stile web 2.0 Sailsquare è un servizio che fa da punto di incontro tra i proprietari di barche e le persone che vorrebbero assaporare l’esperienza della navigazione in mare. Una vera e propria piattaforma di incontro e scambio di informazioni che permette ai proprietari di mettere a disposizione le proprie barche per viaggi vacanza ed agli utenti interessati di prenotarsi come passeggeri.

Nella offerta di Sailsquare esistono molte proposte che prevedono la navigazione a vela, una soluzione ideale per vacanze ecologiche all’insegna dei ritmi del mare. Proprio puntando l’attenzione su questo genere di soluzione Sailsquare ha fatto un po’ di calcoli sulla riduzione nelle emissioni di CO2 che è possibile ottenere spostandosi in barca a vela in alternativa all’uso dell’auto. Questa modellazione è stata applicata a reali offerte di viaggio disponibili sulla piattaforma con risultati molto interessanti, ad esempio:

  • Un viaggio verso la Croazia su una rotta di 290 km permetterà di risparmiare 208 kg di CO2, una quantità che richiederebbe 10 alberi per essere riassorbita in un anno.
  • Una vacanza verso la Spagna con una rotta di 370 km permetterà un risparmio di 266 kg di CO2 equivalenti ai consumi di una casa per più di una settimana.
  • Il modello delle vacanze ecologiche in barca a vela è tanto più efficiente quanto può lungo è il percorso che si intende seguire. In questo senso una vacanza nei mari della Sardegna su una rotta di 450 km permetterà di risparmiare 325 kg di emissioni di CO2 equivalenti alla produzione di oltre 2700 bottiglie di plastica.
  • Una vacanza tra le isole della Grecia su una rotta di 160 km permetterà di risparmiare emissioni per 115 kg di CO2, l’equivalente di una lampadina da 13 watt accesa per un intero anno.

Come mostrano i diversi esempi, un intero equipaggio che si muove utilizzano il vento come mezzo di propulsione consegue risultati notevoli comparabili con il consumo settimanale di una abitazione e con l’energia necessaria ad illuminare una stanza per un intero anno. Ma gli effetti positivi per l’ambiente che derivano dallo scegliere la barca a vela per le proprie vacanze non si limitano al solo risparmio di combustibile. Più in generale questo tipo di esperienza si caratterizza per consumi energetici mediamente molto più ridotti rispetto alle strutture ricettive tradizionali con un uso più razionale delle risorse (acqua, provviste, etc.) a disposizione di tutto l’equipaggio.

In questo modello di vacanza ecologica non certo secondaria è l’esperienza di navigazione che mette i passeggeri a contatto molto più diretto con il mare, le sue meraviglie e le sue regole. Una navigazione ispirata ai ritmi della natura, più rilassata e maggiormente propensa a cogliere la varietà dell’ambiente marino nei modi e nelle forme con cui questa si manifesta.

Uomini, mare e vento

Parlando di energia eolica siamo ormai istintivamente abituai ad immaginare le grandi pale dei parchi eolici che hanno avuto grande diffusione in molte zone d’Italia. L’uso del vento come fonte di energia è però molto più antico tanto che se ne trova traccia fin dalle origini della storia. Imbarcazioni a vela e poi mulini a vento sono due classici della nostra cultura in cui protagonista è l’energia eolica utilizzata in forma meccanica per generare movimento. Un modello che con forme e tecniche raffinate si ritrova anche negli attuali sistemi che permettono la conversione del moto del vento in energie elettrica.

Progetti come Sailsquare mostrano come questo rapporto tra l’uomo ed il vento venga costantemente aggiornato e riscritto. Una passione comune come la navigazione a vela può in questo caso diventare l’elemento di aggregazione di una comunità molto più ampia in cui la disponibilità dei proprietari di una barca a vela diventa l’occasione di un viaggio per altri appassionati ma anche una opportunità per nuove esperienze e nuove amicizie.

Con l’arrivo dell’estate il mare è destinato a diventare protagonista assoluto dei viaggi e delle vacanze degli italiani. Un mondo sempre affascinante e poliedrico che può essere vissuto nel più classico dei modi tra spiagge ed ombrelloni ma anche in maniera più avventurosa e creativa come abbiamo raccontato anche di recente parlando dell’International Ocean Film Tour.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>