Britney Spears si schiera contro la PETA

di Marco Mancini 7

La PETA le chiede una mano, e lei le si rivolta contro. Stiamo parlando di una delle star più chiacchierate al mondo, Britney Spears, che da qualche anno è fuori di sè, e combina sempre tutto e il contrario di tutto. Lei, come tante altre star di Hollywood ma non solo, si è dichiarata animalista e tutte quelle belle parole scontate che si sentono durante le interviste.

La PETA così sperava di ottenere un aiuto nella campagna che sta portando avanti da anni a favore dei diritti degli animali, ma come risposta ha ottenuto soltanto un utilizzo brutale di alcuni elefanti nell’ultimo video della cantante pop, in cui questi poveri animali veniva maltrattati (veramente) per fargli eseguire alcuni numeri da circo.

A provare questo scempio è stato un blogger che ha scritto alla PETA, denunciando di aver assistito all’utilizzo di scariche elettriche per costringere quei pachidermi a “recitare” la loro parte nel video musicale della Spears, in cui venivano impiegati in un circo, e si dovevano comportare di conseguenza. Proprio per questo la PETA si batte da anni. Ricordiamo infatti che si tratta di un’organizzazione no-profit internazionale, fondata nel 1980, che si batte in favore dei diritti degli animali. PETA (People for the Ethical Treatment of Animals) negli ultimi anni sta tentando di sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale su questo problema, per far rendere partecipe la gente delle violenze protratte nei confronti di animali indifesi, soprattutto per una questione estetica (famosa la campagna contro le pellicce) e nella maggior parte dei casi per scopi ben lontani dalla sola sopravvivenza.

Tra le star che hanno aderito all’iniziativa, e che aiuteranno l’organizzazione a far conoscere al mondo le loro battaglie, compaiono molte donne che hanno posato anche nude per sollevare il problema (da Pamela Anderson a Eva Mendes), artisti (Paul McCartney, Natalie Imbruglia, Charlize Theron), e addirittura anche il Dalai Lama. Un gruppo di cervelli o comunque di gente con una coscienza, di cui la sempre più “strana” Britney non ha voluto farne parte.

Fonte: [greendaily.com]

Commenti (7)

  1. Mah… prendere in considerazione la possibilità che il tipo abbia sparato una cavolata solo per mettersi in luce??
    Mi sembra strano che la produzione del video, che sia di Britney Spears o di altri, abbia permesso l’uso di scariche elettriche e non prendere elefanti da “circo” che non fanno altro tutta la vita…
    Boh…

  2. Se tutto ciò è vero: che poveraccia.

  3. non so quanto ci sia di vero, ma non penso che un’associazione così importante come la PETA faccia una figuraccia divulgando una notizia simile che la screditerebbe se si rivelasse infondata! Certo è che con la Spears di questo periodo tutto può succedere!

  4. La terrei rinchiusa in una gabbia talmente piccola da non permetterle il minimo movimento, procurandole un prurito atroce.
    il suo pranzo, scosse elettrice in tutto il corpo seguite un secondo di infilzate di forcone con contorno di acqua bollente.
    La sua cena, spezzate di ossa con chiave inglese e scottature con fiamma ossidrica con contorno di chiodi arrugginiti.
    Ovviamente pranzo e cena intrattenuti dalle sue stupide canzoni, in modo tale da procurarle forti traumi.
    Sono cattivo?

  5. “I piaceri non durano niente,
    rubano il bene dal cuore,
    vuoti come miraggi.
    Desiderati, ti perdono,
    realizzati ti uccidono.”
    Buddha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.