Eco-Sesso: come fare l’amore sostenibile

di Marco Mancini 18

Abbiamo sempre parlato di come essere ecologisti, di come comportarsi mentre si viaggia, mentre si è a casa, al lavoro e in tutti gli altri aspetti della vita. Tutti tranne uno, l’intimità. Ora Greenpeace ci spiega come fare per essere ecologisti anche quando si fa all’amore.

Per gli ecologisti messicani, ma di rimando anche per tutto il resto del mondo, l’associazione ambientalista ha stilato un decalogo delle cose che fanno bene contemporaneamente alla coppia e all’ambiente, ispirata alle campagne ambientaliste che anche le aziende di pornografia stanno portando avanti da un pò.


Prima regola: spegnere la luce. Sicuramente starete dicendo “questo lo faccio già”. Bravi. E’ buona regola tenere le luci spente o soffuse in quanto si riducono gli sprechi di corrente, le emissioni, ed è anche più romantico. Se proprio volete una lucina appena accennata evitate le candele a base di petrolio. Sono molto meglio (e più profumate) quelle a cera d’api o paraffina.

Secondo: mangiare afrodisiaco, ma non ogm. Se volete imitare i due innamorati di 9 settimane e mezzo facendo giochetti con la frutta, è meglio scegliere quella che i coltivatori diretti vi vendono, non quella geneticamente modificata o trattata con pesticidi, altrimenti la vostra serata romantica potrebbe finire…nella toilette.

Terzo: evitare di inquinare il mare. Molti dei prodotti utilizzati nelle serate particolari, dagli olii ai saponi, sono molto inquinanti. Meglio utilizzare prodotti biodegradabili anche perchè, cenando a base di pesce, tutto vi potrebbe tornare indietro, in quanto un mare inquinato porta anche i pesci ad ammalarsi, e potrebbero intossicare anche voi.

Quarto: attenti ai “Sexy Toys”. I giocattolini o i vestiti che si comprano al sexy shop molto spesso sono fatti in pvc, cloro o sostanze derivate dal petrolio. Molte case produttrici stanno commercializzando prodotti ecologici, fatti cioè in caucciù, pelle o lattice.

Quinto: fare l’amore anche sotto la doccia. Se dopo l’atto ancora i bollenti spiriti non si sono acquietati, meglio farsi una bella doccia. Ma se si vuol essere ecologisti fino in fondo, meglio che nella doccia ci si entra in due. Si risparmia acqua, elettricità, ed è anche più piacevole.

Sesto: anche il letto vuole la sua parte. Attenzione al letto che usate. Se le doghe con cui è costruito non hanno il certificato FSC (Forest Stewardship Council) potrebbero provenire da foreste non tutelate, e quindi a rischio disboscamento.

Settimo: utilizzare eco-lubrificanti. La vaselina, utilizzata di solito dai più “fantasiosi” è a base di petrolio. Meglio olii biologici come quelli a base di silicio.

Ottavo: usare prodotti biologici anche per tutto il resto, come i massaggi.

Nono: riciclare l’amore. Tutti i prodotti che si usano per le serate focose e che poi vengono gettati, contribuiscono ad inquinare l’ambiente. Noi non chiediamo di riutilizzarli, ma almeno utilizzare le stesse confezioni (come quelle dei preservativi) per gettare i vostri “giocattoli”.

Decimo: una regola che vale da una quarantina d’anni circa, e che è sempre molto in voga: fate l’amore, non fate la guerra.

Commenti (18)

  1. Tu le segui, Marco? 😀

  2. Cacchio, questa mi mancava !

  3. Fantastico post! Complimenti Marco. Attualmente mi trovo all’estero ci sono delle marche internazionali ecosafe che ci puoi consigliare?

  4. grazie per i complimenti, io personalmente qualcuna la uso e per tin, non saprei fare nomi di marche, ma che io sappia siccome l’ecologia è anche una forma di pubblicità, qualcosa sulle confezioni dovrebbe essere scritto.
    nella peggiore delle ipotesi dovrebbero esserci gli “ingredienti” usati per i vostri divertimenti 😉

  5. …Il Punto 5 Che Dice Di Fare La Doccia In Due E’ Difficilissimo! Le Donne Hanno Una Specie Di Repulsione 😉 Chissa’ Perche’!

  6. Non tutte 😉

  7. mia @ Paola Pagliaro:

  8. mia sorella sta con franco
    marinaio

  9. @ federica:
    @ federica:
    @ federica:
    @ federica:
    cm fai di cognome

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.