Ford converte uno stabilimento ad energia pulita e annuncia la sua prima auto elettrica

di Redazione Commenta

L’industria delle automobili da qualche tempo si è convertita all’ecologia. Ma se finora erano le auto ecologiche a contraddistinguere chi era più “verde”, ancora nessuno aveva pensato a rendere ecologico lo stabilimento che produce le auto stesse. Questo sì che significa riduzione delle emissioni. Ci ha pensato per primo Ford.

Una fabbrica di automobili del colosso americano è stata recentemente convertita ad energie rinnovabili. La struttura in Wixom, nel Michigan, che al culmine della produzione dava lavoro a circa 5.000 persone, aveva chiuso nel 2007, evidentemente alle prime avvisaglie della crisi. Il sito sarà ora convertito in un parco di attività per una serie di società che si occupano di energie rinnovabili, e secondo i promotori potrebbe generare circa 4.000 posti di lavoro.

Ford ha affermato di lavorare con la tecnica dell’immagazzinamento dell’energia fornita da Xtreme Power e dal produttore di pannelli solari Clairvoyant Energy, che saranno le prime aziende ad installare i propri prodotti nell’impianto. I due fornitori di energia rinnovabile hanno investito circa $ 725m (quasi 500 milioni di euro), per risanare il sito, e i lavori dovrebbero iniziare all’inizio del prossimo anno, mentre l’ultimazione è prevista per il 2011.

Spiega il direttore esecutivo di Ford, Bill Ford:

Grazie agli sforzi di collaborazione di due aziende di energia pulita, la leadership dello Stato e ai funzionari locali, si sta trasformando il nostro impianto di Wixom in uno dei più grandi parchi di energia rinnovabile degli Stati Uniti. Non riesco ad immaginare un modo migliore per utilizzare questo strumento, per noi stessi, i nostri figli ei nostri nipoti.

Sebbene Ford e le altre società coinvolte hanno discusso il loro ruolo nello sviluppo del sito, i promotori hanno ammesso che gli incentivi statali e locali sono stati fondamentali per il progetto. Clairvoyant Energy  avrà la capacità di produrre oltre 2,5 milioni di pannelli solari in un anno presso il sito Wixom che, sostiene la società, potrebbero equiparare la necessità di un impianto a carbone ogni anno.

Il Wixom Assembly Plant è uno dei siti di produzione di Ford più grande e antico. Nella sua storia ha prodotto 6,6 milioni di veicoli. Nel mese di maggio, la Ford ha annunciato di voler investire 550 milioni di dollari (375 milioni di euro) in conversione di un impianto del Michigan, attualmente utilizzato per la fabbricazione di SUV in una fabbrica specializzata in auto piccole a basso consumo di carburante. Ora annuncia che produrrà anche il suo primo veicolo elettrico.

Fonte: [Greenbiz]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.