L’emergenza rifiuti non è mai finita

di Marco Mancini 9

In rete circolava già la notizia, sui media nazionali non ci pensavano minimamente, eppure il sospetto ce l’avevamo in mente tutti. Ora è diventato realtà: l’emergenza rifiuti a Napoli non è mai finita, anzi, dopo i proclami in tutto il mondo di Berlusconi, siamo ancora allo stesso punto.

Ma facciamo un passo indietro e riavvolgiamo il nastro di questa vergognosa storia. Nella Primavera scorsa il Governo Prodi stava quasi per cadere, ed esplose con molto clamore il guaio dell’immondizia in mezzo alla strada a Napoli e provincia. In campagna elettorale il centrodestra promise di eliminarla definitivamente, mentre la sinistra rimaneva ancora titubante. Probabilmente è stata quest’incertezza che ha dato la vittoria a Pdl e Lega, ma siamo sicuri che le popolazioni campane ne hanno tratto vantaggio?

Dopo solo due mesi dall’insediamento di Berlusconi, il Presidente del Consiglio annunciò in pompa magna di aver risolto il problema dell’immondizia a Napoli, facendo tornare la città ai livelli civili dell’Europa. Purtroppo è tutto falso. Le immagini inviate dalle reti di sua proprietà hanno documentato strade pulite e camion che andavano a scaricare tonnellate di immondizia nelle discariche riaperte. Quello però che non facevano vedere era che oltre quelle strade, oltre il centro e a zona turistica, la situazione non è cambiata affatto.

Le telecamere di Report ieri sera hanno documentato ciò che nessun’altro giornalista aveva avuto l’ardire di fare: girare e soprattutto mandare in onda le immagini della periferia di Napoli. Ebbene, lì la situazione non è cambiata per niente, i camion non si vedono in giro e la gente continua a dare alle fiamme cumuli di rifiuti in mezzo alla strada. La testimonianza più sconcertante l’ha data un giornalista locale, che ha raccontato che quando una giornalista di una tv nazionale si era recata in quelle zone per documentare lo stato delle cose, non ha potuto mandare in onda quelle immagini perchè il suo direttore le chiedeva “immagini di Napoli pulita” e non della vera situazione. Insomma, la censura nel giornalismo.

E intanto, mentre Berlusconi continua a vantarsi di aver ripulito la città e tutta la Campania, la povera gente continua ad ammalarsi alle vie respiratorie, e tra un pò anche a morire. Speriamo solo che adesso Report sia riuscito a scoperchiare questo vaso di Pandora, e che la verità venga a galla, chissà che gli italiani si rendano conto che non viviamo nel mondo delle fiabe.

Commenti (9)

  1. Balle, non confondere la periferia con le zone fuori Napoli, è ovvio che fino a quando non fanno gli inceneritori e le buche per mettere la pazzatura certi problemi rimangono

  2. non spetta a me indicare le soluzioni, ma non confondo la periferia con le zone fuori Napoli, perchè nel servizio si parlava anche delle zone della città lontane dal centro. e poi Berlusconi aveva parlato di aver pulito tutta la Campania, e non mi risulta proprio…

  3. ….. siamo stufi, siami stufi di tutto e tutti, anche dei lecchini, é ora di cambiare registro…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.