Londra premia le sue aziende ecologiche

di Paola P. 1

I vincitori dei 500 premi ecologici sono stati annunciati tra le organizzazioni che hanno partecipato ad una vasta campagna che si è tenuta nella città di Londra per ridurre le emissioni di carbonio. La squadra di calcio più ecologica è risultata essere il Chelsea Football Club. Nonostante il suo capitano guidi una Ferrari, il team ha una seria politica ambientale.

Esso infatti incoraggia i sostenitori ad utilizzare mezzi di trasporto pubblici per raggiungere lo stadio; hanno anche un sistema di car-sharing per i tifosi e l’85% dei rifiuti prodotti durante le partite viene riciclato. Al campo di allenamento viene utilizzata acqua riciclata per irrigare i campi ed al personale sono stati erogati dei prestiti per l’acquisto di biciclette con cui recarsi al lavoro.

Ma i premi non riguardavano solo il mondo del calcio. Gli altri vincitori sono Pret a Manger, la catena di sandwich-bar. Recentemente, il proprietario ha annunciato che non avrebbe più venduto i sandwich al tonno a causa della diminuzione di questa specie di pesci. Ma il premio va anche ad altre attività ambientali. L’azienda sta riducendo il suo confezionamento di panini, risparmiando 8,27 tonnellate all’anno di carta, accompagnata dall’uso di cartone riciclato per l’insalata, al posto delle ciotole di plastica. E’ effettuato anche il riciclo delle bottiglie di bevande per recuperare 28 tonnellate di materiale plastico e sette camioncini elettrici effettuano la consegna di cibo ai senzatetto per beneficenza, con un risparmio di 11 tonnellate di carbonio.

Attualmente il 96% dell’imballaggio utilizzato è riciclabile e l’obiettivo finale è quello di rendere il loro confezionamento al 100% proveniente da materiali riciclati. Altro premio interessante è quello assegnato al Museo di Storia Naturale di Londra. Esso ha investito 3 milioni di sterline in un nuovo sistema per sfruttare l’energia del calore da trasformare sul posto in energia elettrica. Inoltre le due auto aziendali sono ibride.

La London School of Economics ha vinto il premio dedicato alle scuole per l’introduzione di un programma “rifiuti zero” rivolto agli studenti, per l’installazione di bidoni per il riciclaggio di circa 85 tonnellate di materiali che, altrimenti, sarebbero stati inviati in discarica.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.