“Orti solari”: arriva in Toscana la multiproprietà del solare

di Chiara Ranallo 1

Contribuire alla diffusione delle energie rinnovabili attraverso la realizzazione di un impianto fotovoltaico in multipropietà. E’ quanto hanno scelto di fare alcuni privati e imprese della Toscana. Il Comune di Buggiano, in provincia di Pistoia, ha, infatti, messo a disposizione uno spazio pubblico per permettere a tutti coloro che sono impossibilitati a farlo in proprio, di costruire un impianto fotovoltaico. Il risultato sono i cosiddetti “orti solari“, nati qualche anno fa in Spagna ed approdati per la prima volta anche in Italia. Il progetto, presentato oggi al convegno “ORTI FOTOVOLTAICI: un progetto Cna Toscana per la democrazia energetica e un’opportunità per imprese e famiglie”, organizzato da Cna Installazioni e Impianti Toscana con il contributo della Regione Toscana e dell’Ente Parco S. Rossore, prevede la realizzazione di due impianti fotovoltaici inferiori ai 20 kW e divisi in 15 porzioni che potranno essere acquistate da cittadini o imprese.


Il costo complessivo dell’impianto di circa 240.000 euro verrà suddiviso in diverse quote su cui potranno investire tutti gli interessati.  Sarà possibile, cosi, abbattere uno dei principali ostacoli alla realizzazione di impianti fotovoltaici, quello economico, in quanto i singoli investitori, con un impegno finanziario abbastanza contenuto, potranno beneficiare per 20 anni degli incentivi promossi dal Conto Energia. La quota investita, spiegano gli esperti del settore, verrà ammortizzata entro 7-8 anni e il rendimento medio per ogni investitore è pari a circa l’8-10% l’anno. Il Cna Toscana ha annunciato l’intenzione di terminare l‘impianto fotavoltaico in multipropiretà entro la prima metà del 2009 mentre il Comune di Buggiano fa sapere che il bando verrà pubblicato il prossimo marzo.

Gli orti solari rappresentano un’ottima opportunità per tutti coloro che pur non potendo realizzare in proprio un impianto fotovoltaico vogliono contribuire allo sviluppo dell’energia pulita e rinnovabile nel nostro Paese.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.